Fuori gatti e randagi dall’ex facoltà di Veterinaria

cani sporciziaCani e gatti non saranno più accuditi nei locali dell’ex facoltà di Medicina Veterinaria in via Don Blasco. Arriva il divieto del sindaco Accorinti alle associazioni animaliste nell’immobile di proprietà comunale. Il 10 dicembre scorso il Nucleo Decoro Urbano della polizia municipale insieme ai dirigenti del Servizio Veterinario dell’Asp aveva effettuato controlli all’interno dello stabile comunale su indicazione del Comune “appurando che i locali continuano a essere adibiti a canili e gattili in assenza delle prescritte autorizzazioni”. Ai responsabili delle attività sono stati contestati verbali di contravvenzione; i residenti della zona si erano anche lamentati per la gestione degli animali all’interno dell’ex Veterinaria.

L’Asp aveva accertato il ricovero di 112 cani e 100 gatti accuditi dalle associazioni Amici di Fido e C; Amici de Cane Onlus e Un Gatto per Amico. Tutti i cani risultano comunque identificati e sterilizzati. Il sindaco ha ordinato ai responsabili delle associazioni il divieto di immissione nella struttura, avviare una campagna di adozione,  rimettere in libertà i cani e tutti i gatti indicati dall’Asp e di trasferire al canile “Millemusi” a Castanea i restanti animali, e di sgomberare immediatamente la struttura. I destinatari del provvedimento sono i responsabili delle associazioni: Maria Rosa Ruggeri, Concetta Assunta Serra, Caterina Arcovito e Caterina Merenda.

(82)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *