E’ arrivato Flegetonte: temperature fino a 40° C

caldoCome previsto il forte caldo è arrivato. Il primo ciclone estivo si chiama Flegetonte, proprio come il fiume rovente che scorre nell’Inferno, e raggiungerà il suo picco oggi e domani. Le colonnine di mercurio schizzeranno fino a toccare punte di 38°- 40°.

Una serie di semplici abitudini e precauzioni, adottate dalla popolazione, possono contribuire notevolmente a ridurre gli effetti nocivi delle ondate di calore sulla salute.

Di seguito alcuni consigli.

Uscire di casa nelle ore meno calde della giornata Evitare di uscire di casa nelle ore più calde, cioè dalle 11 alle 18.

Non lasciare mai persone o animali, anche se per poco tempo, nella macchina parcheggiata al sole.

Se si entra in un’autovettura che è rimasta parcheggiata al sole, per prima cosa aprire gli sportelli per ventilare l’abitacolo e poi, iniziare il viaggio con i finestrini aperti o utilizzare il sistema di climatizzazione dell’auto per abbassare la temperatura interna. Attenzione anche ai seggiolini di sicurezza per i bambini: prima di sistemarli sul sedile verificare che non sia surriscaldato

Rinfrescare l’ambiente domestico e di lavoro I principali strumenti per il controllo della temperatura sono le schermature, l’isolamento termico e il condizionamento dell’aria.

Una regolare manutenzione dei filtri dei condizionatori, si raccomanda di evitare di regolare la temperatura a valori troppo bassi rispetto alla temperatura esterna.

La temperatura ideale nell’ambiente domestico per il benessere fisiologico è di 24-26°C.

Si raccomanda, inoltre, di mantenere chiuse le finestre durante il funzionamento dei climatizzatori, utilizzando protezioni oscuranti alle finestre dei locali condizionati.

È comunque buona regola coprirsi ogni volta che si deve passare da un ambiente caldo a uno più freddo e ventilato, soprattutto se si soffre di una malattia respiratoria.

Bere molti liquidi, anche in assenza di sete.

Mangiare molta frutta e verdura.

Evitare gli alcolici.

L’utilizzo continuativo dei condizionatori determina un aumento dei consumi di energia elettrica nel Paese che può portare a rischi di interruzione della fornitura. È bene, quindi, porre particolare attenzione agli sprechi e limitare i consumi di corrente dell’abitazione allo stretto necessario, soprattutto quando è in corso un’ondata di calore.

Se si usano ventilatori meccanici, non indirizzarli direttamente sulle persone, ma regolarli in modo da far circolare l’aria in tutto l’ambiente. In particolare, quando la temperatura interna supera i 32°C, i ventilatori possono aumentare il rischio di disidratazione, soprattutto nelle persone costrette a letto, se queste non assumono contemporaneamente grandi quantità di liquidi. Bere molti liquidi, mangiare molta frutta e verdura, non bere alcolici.

Gli anziani devono bere anche in assenza dello stimolo della sete.

Quando fa molto caldo fare attenzione alla corretta conservazione di cibi e farmaci.

(391)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *