villa dante - messina

Dai murales ai lampioni ad energia solare: le proposte del Circolo PD per Villa Dante

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Avviata la fase propedeutica al restyling e alla messa in sicurezza di Villa Dante, per la quale sono stati destinati circa 900mila euro, il Circolo PD della III Circoscrizione di Messina lancia alcune proposte che riguardano in particolare gli spazi verdi, gli impianti sportivi e le altre strutture presenti nell’area e si interroga su quale sarà la futura gestione.

Le proposte sono nate a seguito di una riunione (a distanza) che ha coinvolto i membri del PD messinese, gli iscritti e cittadini qualunque. «I lavori – ricordano dal Circolo del Partito Democratico della III Municipalità – dovrebbero prevedere l’adeguamento di vari impianti elettrici, dei giochi d’acqua, di sollevamento acqua dal pozzo interno; nonché la manutenzione della recinzione in legno del perimetro della vasca con relativa impermeabilizzazione della stessa; la manutenzione dell’impianto di irrigazione ed il ripristino dell’impianto di video-sorveglianza in buona parte manomesso da atti vandalici».

«Al di là di questi interventi – sottolineano – nulla è stato accennato riguardo la gestione della Villa, delle aree verdi, degli impianti sportivi e delle strutture fino ad oggi inutilizzati o gestiti in modo inadeguato. Gestione in house, gestione privata, forme miste di co-gestione, convenzioni di gestione con Società Sportive o Culturali, con Associazioni di Volontariato? Nulla è dato sapere».

Ma quali sono le proposte del Circolo PD per Villa Dante integrate nel corso dell’incontro di dicembre 2020? Ne citiamo alcune, e per le altre rimandiamo al testo della proposta: accessibilità degli ingressi e dei percorsi per le persone con disabilità; messa a norma del centro diurno per anziani, dei servizi igienici, dei campi di bocce, delle fontane di acqua potabile; rimodulazione dell’impianto di illuminazione con la sostituzione o l’aggiunta di lampioni ad energia solare; la potatura degli alberi; sculture artistiche realizzate da artisti locali e murales; una rete WiFi pubblica e gratuita; la creazione di un mercato biologico.

L’elenco completo delle proposte è disponibile a questo link.

(58)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.