Covid, tampone obbligatorio per chi rientra in Sicilia da Malta: online l’ordinanza Musumeci

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Tampone obbligatorio per la diagnosi del covid-19 per chi rientra in Sicilia da Malta o vi ha soggiornato (o transitato) nei 14 giorni precedenti l’arrivo sull’Isola. È quanto disposto dal presidente della Regione, Nello Musumeci, con l’ordinanza n.77 del 14 luglio. Tali disposizioni resteranno in vigore fino all’1 settembre 2021.

Il Governatore della Sicilia estende anche a chi arriva da Malta le misure già previste per chi proviene da Spagna e Portogallo e dai paesi extra europei India, Brasile, Bangladesh e Sri Lanka. Chi arriva da questi territori, sulla base delle disposizioni regionali e nazionali, dovrà quindi obbligatoriamente sottoporsi a tampone. A tal proposito, si ricorda che alla Stazione Marittima di Messina è possibile chiedere di essere sottoposti al test rapido per la diagnosi del coronavirus se si è in partenza o se si è appena arrivati in città con treno, nave, pullman o aliscafo.

Sempre con l’ordinanza n.77, il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha inoltre prorogato la zona rossa per il comune di Mazzarino, e istituito uguali restrizioni per Riesi, entrambi in provincia di Caltanissetta.

L’ordinanza è consultabile a questo link.

 

(226)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.