Covid Sicilia. Zona arancione: prorogata fino al 5 gennaio per tre Comuni

Pubblicato il alle

2' min di lettura

In Sicilia è stata prorogata, fino al 5 gennaio 2022, la zona arancione – misura per contenere il contagio da Covid-19 – per i tre Comuni di Marianopoli (Caltanissetta), Terme Vigliatore e Scaletta Zanclea (Messina). A deciderlo l’ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, su proposta del dipartimento regionale Asoe, che prolunga così la durata delle misure restrittive anti-covid.

Rimangono in zona arancione, fino al 31 dicembre, anche i Comuni di Butera (Caltanissetta), Barcellona Pozzo di Gotto, Fiumedinisi, Gualtieri Sicaminò, Milazzo e San Filippo del Mela (Messina). Fuori dalle restrizioni, da lunedì 27 dicembre, invece, Castrofilippo (Agrigento) e Motta Sant’Anastasia (Catania).

Cosa sta succedendo in Sicilia

Intanto l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza ha detto che aumenteranno i medici e i drive-in in tutta l’Isola e si attende per mercoledì 29 dicembre l’esito della riunione del Comitato tecnico-scientifico della Regione Siciliana per capire se e in che modo verranno aggiornati i criteri di colorazione dei singoli Comuni e quindi la rivalutazione del rischio epidemiologico da Covid 19 in Sicilia. «Avremo possibilmente una nuova area di contagio, – ha detto Razza – che è quella derivante da un numero significativo di soggetti over 60 che non hanno ancora fatto la terza dose. Per questo domani si riunirà il Comitato tecnico-scientifico della Regione, per aggiornare i criteri che riguarderanno la colorazione delle singole realtà comunali e quindi una rivalutazione del rischio. Valuteremo con il Comitato tecnico-scientifico se proporre al presidente della Regione l’adozione di ulteriori misure di contenimento dal virus. Ma la cosa più importante è il rispetto quasi maniacale delle regole. Si può fare molto, si può continuare a vivere in maniera ordinata, ma bisogna farlo con la dovuta attenzione, altrimenti si mandano a rischio le attività economiche».

 

 

 

(250)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.