Covid, si preparano i controlli nei principali aeroporti della Sicilia

Con l’arrivo delle feste e dei rientri, il Governo regionale prepara i controlli nei principali aeroporti della Sicilia per tenere alta l’attenzione sui contagi da Covid-19. La Regione parla, infatti, di una ricognizione nei principali scali aeroportuali siciliani in vista delle misure speciali, adottate con l’ordinanza del presidente Musumeci.

Le strutture commissariali per l’emergenza coronavirus di Palermo e Catania hanno già effettuato una prima verifica nei due aeroporti siciliani, in cui si concentra la maggior parte del traffico aereo da e per la Sicilia.

In aeroporto tutto pronto per i controlli anti-Covid

I sopralluoghi effettuati sono utili per definire l’area dei test dedicata ai viaggiatori in arrivo. «Al “Falcone-Borsellino” – fa sapere la Regione – è stata verificata l’area dello scalo palermitano dedicata ai test per i viaggiatori in arrivo, uno spazio che potrà essere eventualmente implementato con altre postazioni.

La stessa ricognizione è stata effettuata a Catania, presso il terminal C del “Vincenzo Bellini”, dove già durante la fase 2 della pandemia è stata attrezzata per le verifiche anti -Covid. È probabile che oltre ai punti di verifica allestiti negli aeroporti, nelle città siciliane e in tutto il territorio possano essere organizzati ulteriori drive-in dedicati, proprio per consentire a quanti faranno ingresso in Sicilia, con altri vettori, di poter effettuare il tampone rapido».

In Sicilia i controlli per contenere il Covid

Insieme agli ormai consueti controlli ai test anti-Covid negli aeroporti della Sicilia, la Regione sta provvedendo a nuove iniziative utili di prevenzione in vista del Natale. «I sopralluoghi – continua la nota ufficiale – effettuati negli aeroporti di Catania e Palermo sono solo alcuni degli aspetti organizzativi e di profilassi promossi dall’assessorato regionale alla Salute che è già al lavoro, dopo un confronto con gli esperti, per predisporre ogni iniziativa utile di prevenzione in vista delle festività natalizie».

(167)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *