assessore all'istruzione della regione siciliana roberto lagalla

Covid, Lagalla: «Una quota di vaccini già da parte per le scuole non statali»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Per gli insegnanti delle scuole statali della Sicilia sono già partite le prenotazioni per ricevere il vaccino anti-covid e in città come Messina sono già state effettuate le prime somministrazioni. Nelle scorse ore, però, sono stati tanti i punti interrogativi circa le tempistiche delle vaccinazioni per il personale scolastico delle scuole non statali. Ma l’assessore regionale all’Istruzione e Formazione professionale Roberto Lagalla fa chiarezza, rassicura e argina le possibili polemiche.

«Voglio tranquillizzare  il presidente regionale della Federazione italiana scuole materne, Dario Cangialosi – dice in una nota Lagalla. Non appena, già nelle prossime ore, saranno completati gli elenchi del personale scolastico non statale, in Sicilia partirà la campagna di vaccinazione anche per scuole paritarie e private, Its ed enti di formazione».

I vaccini anti-covid per le scuole non statali

Le dosi del vaccino anti-covid sembrano, quindi, già da parte per il personale scolastico delle scuole paritarie e private.  «L’assessorato alla Salute – continua Lagalla – da me contattato a seguito della comprensibile protesta della Fism, ha infatti confermato di avere riservato e reso disponibile una separata e distinta quota di vaccini proprio in previsione di questo nuovo step, permettendo così di immunizzare, fin da subito e contestualmente a docenti e operatori statali, anche questo specifico target di personale.

Dalle assicurazioni ricevute, ritengo di potere tranquillizzare quanti abbiano ritenuto, sulla scorta di imprecise notizie mediatiche susseguitesi nelle ultime ore, di dovere attendere la conclusione delle operazioni vaccinali rivolte al comparto statale».

(86)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.