Coronavirus. Più posti letto, Covid-Hospital e aiuti per imprese e famiglie: nuove misure dalla Regione

regione siciliana in riunione per l'emergenza coronavirusDall’istituzione di Covid-Hospital in diverse zone del territorio, all’aumento dei posti letto e del personale sanitario, alle misure economiche per andare incontro ad imprese e famiglie: sono questi alcuni degli interventi decisi dalla Regione Siciliana che verranno messi in campo nei prossimi giorni per fronteggiare l’emergenza coronavirus.

Dopo una serie di incontri, tutti svoltisi in videoconferenza, che hanno coinvolto gli enti locali, ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia e il governo regionale siciliano, sono state varate diverse misure finalizzate a contrastare la crisi sanitaria ed economica derivante dall’emergenza COVID-19.

Di seguito, i provvedimenti principali.

I Covid-Hospital

I Covid-Hospital saranno aree già esistenti, sparse su tutto il territorio regionale, che verranno utilizzate come centri di trattamento dei pazienti affetti da coronavirus. Le strutture selezionate potranno essere sia pubbliche che private o integrate con il Servizio sanitario regionale.

Attualmente, l’assessorato alla Salute con il management delle Aziende sanitarie ha selezionati le seguenti strutture: l’ospedale di Partinico nel Palermitano; una palazzina dell’ex ospedale “Vittorio Emanuele” di Catania e il “Gravina” di Caltagirone nella provincia etnea; un’ala del Policlinico “Martino” di Messina e il “Cutroni Zodda” di Barcellona Pozzo di Gotto nel Messinese; parte dell’”Umberto I” di Enna; il “Maggiore” di Modica in provincia di Ragusa; un piano dell’”Umberto I” di Siracusa.

Nei prossimi giorni potrebbero essere individuate e adibite a Covid-Hospital anche altre strutture.

Nuovi posti letto e nuovo personale sanitario

1.000 posti letto

In totale il Governo regionale siciliano ha assicurato che verranno attivati nuovi posti letto – che verranno usati solo per la gestione dell’epidemia – di Terapia intensiva e sub-intensiva e di Malattie infettive. In totale si dovrebbero poter attivare 1000 posti letti da riservare ai pazienti affetti da coronavirus.

Nuovo personale sanitario

Per quel che riguarda il nuovo personale sanitario, da una parte verrà sottoscritto un protocollo d’intesa da sottoscrivere con i rappresentati dell’ospedalità privata, in maniera tale da poter mettere a disposizione delle Aziende e degli enti del Ssr (Servizio sanitario regionale) i professionisti che normalmente lavorano nel privato.

Non solo. Verranno avviate oggi le procedure di reclutamento di nuovo personale. In particolare, il Policlinico “Martino” di Messina si occuperà di arruolare i medici specializzandi e i giovani professionisti, mentre per il personale infermieristico e di supporto sanitario (Oss, ausiliari etc.) è stata scelta l’Asp di Palermo.

Per il reclutamento non verrà stilata alcuna graduatoria, ma si procederà direttamente alla chiamata a seconda delle esigenze delle varie strutture sanitarie.

Chi può candidarsi?

  • medici specialisti;
  • gli specializzandi iscritti all’ultimo e penultimo anno di corso;
  • laureati abilitati all’esercizio della professione e iscritti agli ordini professionali;
  • personale medico collocato in quiescenza;
  • medici stranieri, abilitati alla professione secondo i rispettivi ordinamenti di provenienza.

Nuove attrezzature

L’Azienda Cannizzaro di Catania è stata indicata come capofila regionale che si occuperà dell’acquisto di tecnologie utili a fronteggiare il coronavirus, quali ventilatori e monitor.

In dirittura d’arrivo è anche la gara, sempre gestita dal settore Provveditorato dell’Azienda etnea, per i sistemi di monitoraggio dei parametri vitali. Si tratta di attrezzature necessarie all’attivazione dei nuovi posti di terapia intensiva.

Uffici regionali

Verranno garantire le attività finalizzate alla gestione delle emergenze, così come le attività indifferibili, sia per quel che riguarda l’utenza esterna che quella interna.

In tutti i casi in cui sarà possibile farlo, in ogni caso, si ricorrerà allo smart working. Negli altri casi, l’amministrazione procederà alla rotazione del personale e all’adozione di strumenti alternativi come la fruizione dei congedi, della banca-ore, nonché delle ferie pregresse nel rispetto del contratto di lavoro.

Elezioni comunali

Le elezioni amministrative previste in 61 comuni siciliani slitteranno dal 24 maggio al 14 giugno, con eventuale ballottaggio due settimane dopo.

Mutui e finanziamenti

Per la Sicilia è prevista la moratoria sui mutui contratti con il sistema bancario prima del 31 gennaio. Questo avverrà grazie a un’intesa ottenuta tra la Regione e Abi Sicilia e promossa dell’assessore all’Economia Gaetano Armao. L’intesa prevede, altresì, l’estensione della possibilità anche agli enti regionali Irfis Finsicilia, Ircac e Crias.

L’accordo, che consente di sospendere le rate mensili, evitando il pagamento della quota capitale per un anno, è previsto per tutti i rapporti di mutuo di medio e lungo termine, compresi i leasing immobiliari.

È data anche la possibilità di allungare il debito fino al 100% della durata residua dell’ammortamento, con conseguente dimezzamento dell’importo della rata e liberazione di liquidità. Avviate anche le procedure per il raddoppio delle risorse, già assegnate e impegnate al 75%, da destinare alla sezione del Fondo centrale di garanzia in favore delle imprese siciliane, per consentire un più agevole accesso (80% di garanzia pubblica) delle Piccole e medie imprese in crisi di liquidità al credito bancario.

Si fermano le fiere

La Regione Siciliana ha previsto lo stop delle fiere fino ad agosto 2020. Non si terranno quindi, i seguenti appuntamenti: Singapore (Fh Asia, settore agroalimentare), Tokyo (Foode, agroalimentare), Mosca (Mosbuild, edilizia), Montreal (Sial Canada, agroalimentare), Francoforte (Imex, agroalimentare), Parma (Cibus), Johannesburg (Africa Health, biomedicale), San Diego (Bio international convention, biomedicale), Norimberga (Stonetech) e New York con il celebre Summer Fancy Food. Per il momento restano invariate le manifestazioni previste per il secondo semestre.

 

(428)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *