Coronavirus. Oltre 2 milioni di mascherine dalla Regione alle province della Sicilia

mascherine chirurgicheOltre 2 milioni di mascherine sono state distribuite alle 9 province della Sicilia per affrontare l’emergenza coronavirus. I dispositivi sono destinati a case di riposo, farmacie e operatori sanitari, ma non solo. Un ulteriore carico, di 250mila dispositivi di sicurezza, sarà dato ai lavoratori del settore alimentare.

A distribuire le mascherine alle 9 province dell’Isola è stata la Protezione Civile, su disposizione della Regione Siciliana. I dispositivi di protezione individuale andranno a: case di riposo, case di cura private, rsa (residenze sanitarie assistenziali), cta (comunità terapeutiche assistite), farmacie, guardie mediche, operatori delle Unità Speciali, medici di famiglia e pediatri.

Le altre 250mila mascherine saranno distribuite, invece, alle associazioni di categoria del settore alimentare che, a loro volta, le daranno ai commercianti. Visto l’obbligo, introdotto dall’ordinanza dell’8 aprile del Presidente Nello Musumeci, per chi lavora all’interno di supermercati ed esercizi analoghi, di indossare sempre la mascherina e i guanti, la Regione ha deciso di distribuire i dispositivi anche agli operatori del settore.

Qui la parte dell’ordinanza in cui si prevede l’obbligo per chi lavora nei supermercati o in attività analoghe di indossare sempre la mascherina: «negli esercizi commerciali di vendita e distribuzione di generi alimentari, anche all’aperto, gli operatori siano tenuti all’uso costante di mascherina e all’utilizzo di guanti monouso».

I dispositivi di protezione individuale distribuiti dalla Regione Siciliana in questa tornata sono principalmente mascherine di tipo chirurgico, mentre 120mila pezzi appartengono alla categoria Ffp2.

(131)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *