Coronavirus. L’appello alla solidarietà di Burger King: anche Messina fa la sua parte

Pensavamo fosse un fake, uno di quei meme che vengono pubblicati da pagine social come “Lercio” o simili e invece è tutto vero. Burger King UK pubblica sul profilo Twitter una richiesta ai clienti affezionati “Comprate da Mc Donald’s”. La notizia, ovviamente, ha fatto il giro del mondo e anche il Burger King di Messina posta il suo annuncio:

«Non avremmo mai pensato di chiedervi una cosa del genere. Come non avremmo mai pensato di incoraggiarvi ad ordinare da Hammucca, Gli Antenati, L’Orso, Il Tagliere, Parametro, PK Paninoteca, Crudo, Toronero o da qualsiasi altro bar o ristorante, piccolo o grande che sia: tutte le attività locali contribuiscono all’economia e creano posti di lavoro, per i vostri amici, per i vostri figli.

Non avremmo mai pensato di chiedervelo, ma in questo momento il settore della ristorazione, che impiega centinaia di migliaia di lavoratori, ha davvero bisogno del vostro supporto. Quindi, continuate a gustare i vostri piatti preferiti ordinandoli con l’home delivery o l’asporto. Mangiare un whopper è sempre meglio, ma ordinare un Big Mac, a volte, non è poi così male!”.

La crisi dei fast food?

La strategia comunicativa della multinazionale americana – perché di questo si tratta – è stata pensata per tutti i lavoratori inglesi che dal 5 novembre saranno costretti a nuove misure restrittive, come deciso dal primo ministro Boris Johnson.

In Inghilterra, infatti, verranno chiusi tutti i pub, ristoranti e bar fino al 2 dicembre. Rimangono attivi i takeway e i servizi a domicilio.

L’annuncio di Burger King UK ha scatenato diverse reazioni, anche negative. Secondo alcuni utenti, infatti, sarebbe meglio sostenere i piccoli locali, non gestiti da multinazionali. Tuttavia, la catena di fast food già a luglio aveva annunciato che – in Gran Bretagna – erano a rischio oltre 1.600 posti di lavoro a causa della pandemia da Covid-19.

Burger King Messina, a modo suo

In Italia il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, spiegherà le misure contenute in un nuovo Dpcm. Al momento, anche a Messina la chiusura dei bar e dei ristoranti è alle 18, con possibilità di asporto.

Non mancano anche i post ironici, fra tutti quello de Il Ruggito del Consiglio a sostegno della focaccia, la regina – per rimanere in atmosfere inglesi – della città.

 

 

 

(652)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *