Coronavirus, la Sicilia prima per nuovi casi: in 24 ore 89 positivi in più

medici, dottori, operatori sanitari coronavirusSono 89 i nuovi casi di coronavirus registrati nella giornata di ieri, martedì 11 agosto, in Sicilia. Cifra, questa, che rende per la prima volta dall’inizio dell’emergenza l’Isola la regione con il maggior incremento dei contagi nell’arco delle 24 ore. Degli 89 risultati positivi al tampone, 71 sono migranti sbarcati sulle coste regionali. Seconda, sempre tenendo in considerazione lo stesso lasso di tempo, solo la Lombardia con 68 nuovi casi.

Dei nuovi casi di Covid-19 in Sicilia, 73 sono stati rilevati nella provincia di Ragusa, 7 a Siracusa e 5 a Palermo (2 dei quali in un centro di smistamento di Poste Italiane) e 5 a Catania. Nessun nuovo positivo, invece, a Messina.

Per quel che riguarda il quadro complessivo, i dati aggregati forniti dalle Regioni/Pubbliche Amministrazioni, dal Ministero della Salute e dall’Istituto Superiore di Sanità e riferiti all’11 agosto 2020 indicano che gli attuali positivi al Covid-19 in Sicilia sono 538 (+89 rispetto al 10 agosto). Di questi, 44 risultano ricoverati con sintomi, 6 sono in terapia intensiva, mentre 488 si trovano in isolamento domiciliare. Il numero dei casi totali rilevati dall’inizio dell’emergenza coronavirus sull’Isola sale quindi a 3.574. I tamponi effettuati per la diagnosi, infine, sono in tutto 299.393, con un incremento di 2.860.

Tra i nuovi casi di coronavirus rilevati in Sicilia diversi sono collegati a persone rientrate dalle vacanze in Spagna, a Malta o in Grecia. Per questa ragione, il presidente Nello Musumeci ha annunciato di stare preparando una nuova ordinanza al fine di disporre più controlli per chi torna sull’Isola dopo essere stato in “paesi a rischio”.

(307)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *