Coronavirus e turismo. In arrivo l’app Sicilia SiCura: come funziona

nello musumeci presenta l'app Sicilia SiCura per i turisti che trascorreranno le vacanze in Sicilia tra luglio e settembre 2020, nella fase 3 del coronavirusDopo Immuni, arriva l’app Sicilia SiCura. Sarà online a partire dal 5 giugno, scaricabile da una piattaforma creata appositamente dalla Regione Siciliana e sarà indirizzata principalmente ai turisti che decidono di trascorrere qualche giorno di vacanza sull’Isola. A spiegare nel dettaglio a cosa serve e come funziona è stato il presidente Nello Musumeci nel corso di una conferenza stampa tenutasi a Palazzo D’Orleans, a Palermo.

All’avvio di quella che è stata ormai definita da molti come la “Fase 3” (o “fase 2 e mezzo” della lotta al coronavirus, con l’apertura agli spostamenti tra le regioni senza l’obbligo di quarantena, la Regione Siciliana ha deciso di avviare un protocollo di sicurezza che ruoterà attorno a un’app. Si tratta di Sicilia SiCura, che il Governatore della Sicilia ha definito come «un sistema discreto e invisibile per i turisti, ma che è pronto a intervenire in caso di necessità».

Presenti alla conferenza stampa anche Guido Bertolaso, ex capo della Protezione Civile nazionale, e l’assessore alla Salute della Regione Siciliana Ruggero Razza. «L’obiettivo – ha spiegato Bertolaso – non è soltanto quello di tranquillizzare i turisti che verranno in Sicilia, ma anche garantire la tranquillità dei siciliani. La app sarà molto facile da utilizzare e questo potrebbe essere un esperimento utile anche per altre regioni».

A spiegare, infine, in cosa differisce da Immuni è stato l’Assessore alla Salute: «L’app serve a mettere il cittadino con immediatezza in contatto con il sistema sanitario regionale, mentre Immuni serve a tracciare persone diverse. Il costo dell’applicazione è di poche decine di migliaia di euro».

Sicilia SiCura, specificano dalla Regione, entrerà a pieno regime a partire dal 1° luglio e verrà utilizzata fino a settembre, sarà facoltativa e servirà principalmente a garantire la sicurezza contro il coronavirus. Vediamo, nel dettaglio, come funziona.

Come funziona l’app Sicilia SiCura, per il turismo al tempo del coronavirus

schermata sito web sicilia sicura e appL’app Sicilia SiCura è, in sostanza, un “monitoraggio sanitario a portata di smartphone”, indirizzato principalmente ai turisti che decidano di trascorrere le proprie vacanze estive sull’Isola. Non sarà obbligatorio scaricarla, ma dalla Regione si sottolinea l’importanza di questo strumento per garantire la propria sicurezza e quella degli altri.

L’app sarà scaricabile attraverso una piattaforma web dedicata, già online, a partire da domani, venerdì 5 giugno. Nel programmare la propria vacanza in Sicilia, il turista potrà registrarsi gratuitamente al portale. All’inizio del soggiorno Sicilia SiCura invierà un sms per ricordare a chi si è registrato di scaricare l’app e informare sul proprio stato di salute.

Durante la permanenza in Sicilia, l’app invia quotidianamente un sms per ricordare al turista di contattare il sistema sanitario regionale in caso di malessere. Questo può avvenire direttamente attraverso lo smartphone oppure attraverso il numero verde 800/458787. La segnalazione arriverà alla centrale Uscat (Unità sanitaria di continuità territoriale turistica) e i casi sospetti di Covid-19 verranno presi in carico dalle Asp competenti territorialmente. In caso di ricovero il paziente sarà indirizzato verso il Covid-Hospital più vicino, mentre se si renderà necessario soltanto l’isolamento questo avverrà in un’altra struttura pubblica.

Le indicazioni presenti sul portale online sono sia in italiano che in lingua inglese.

(19136)

Categorie

Attualità

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *