Coronavirus. Controlli con i droni fino al 3 maggio: online l’ordinanza De Luca

coronavirus: controlli di pasqua e pasquetta a messina con i droniAl via i controlli aerei con i droni sul territorio comunale di Messina. A stabilirlo è la nuova ordinanza del sindaco Cateno De Luca, in vigore a partire dalle 8.00 di ieri, martedì 13 aprile e fino al 3 maggio, che dispone l’uso dei SAPR (Aeromobile a pilotaggio remoto) per verificare il rispetto delle misure di contenimento del coronavirus.

Li abbiamo visti in azione ieri, nella giornata di Pasquetta, sul territorio comunale, nella zona Nord e nella zona Sud della città dello Stretto; ma l’utilizzo dei droni è consentito, secondo la nuova ordinanza De Luca, per tutta la durata dell’emergenza coronavirus (“e sarà prorogabile qualora dovessero ancora sussistere i caratteri di contingibilità ed urgenza”, si legge nell’ordinanza sindacale n.112).

L’uso dei droni è motivato, nel documento, dalla volontà di «scoraggiare tutte quelle condotte individuali che costituiscono una violazione delle disposizioni in tema di distanziamento sociale e divieto di assembramento» durante l’emergenza covid-19.

«A tal fine – si legge nell’ordinanza – risulta necessario attivare un servizio di controllo del territorio mediante l’utilizzo di sistemi aeromobili a pilotaggio remoto da far utilizzare alla Polizia Municipale per garantire una ulteriore incisiva attività di contrasto alla diffusione del contagio da coronavirus e in particolare per scongiurare il reiterarsi di assembramenti di persone, garantire il rispetto delle disposizioni in tema di limitazione degli spostamenti, del divieto di passeggio su suolo pubblico e di pratica dell’attività sportiva e del divieto di spostamento nelle case di villeggiatura anche se site all’interno del territorio comunale».

Coronavirus: cosa dice l’ordinanza sull’uso dei droni per i controlli a Messina

L’ordinanza n. 112 firmata dal sindaco Cateno De Luca dispone, all’articolo 1: «lo svolgimento del servizio di controllo a distanza con SAPR finalizzato ad evitare la formazione e/o disperdere eventuali assembramenti di persone, garantire il rispetto delle disposizioni in tema di limitazione degli spostamenti, del divieto di passeggio su suolo pubblico e di pratica dell’attività sportiva, del divieto di spostamento nelle case di villeggiatura anche se site all’interno del territorio comunale e di tutte le disposizioni dettate in tema di distanziamento sociale e isolamento fiduciario».

L’articolo 2 ordina: «Nelle more della integrazione del Regolamento comunale della Polizia Municipale, di affidare alla Società Studio Labing S.r.l.s. con sede a Messina, il servizio di supporto alla Polizia Municipale per la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 con l’ausilio di SAPR Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoti C.I.G. n. 8268228597, secondo le disposizioni del Disciplinare d’Incarico sottoscritto in data 8 aprile 2020».

Per quel che riguarda l’uso di dispositivi SAPR, con nota del 30 marzo 2020 (come segnalato dall’ENAC, Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) il Ministero dell’Interno, Dipartimento della Pubblica Sicurezza ha disposto che «i Comuni devono, preventivamente all’utilizzo dei SAPR da parte delle Polizie locali, informare e coordinarsi con i Prefetti delle città di riferimento, indicando le aree urbane dove si concentreranno prevalentemente i controlli con l’utilizzo dei droni».

(427)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *