Coronavirus. Controlli di Pasqua e Pasquetta. De Luca: «I messinesi sono rimasti a casa»

coronavirus: controlli di pasqua e pasquetta a messina con i droniCoronavirus. A Pasqua e a Pasquetta i messinesi sono rimasti a casa: lo conferma il sindaco Cateno De Luca che rende noto quanto rilevato dai controlli effettuati dalle forze dell’ordine nel weekend appena trascorso. Solo una decina di multe su più di 150 autocertificazioni verificate. Tralasciando qualche “scherzo”, spiega il primo cittadino, gli abitanti di Messina avrebbero rispettato le regole. Ecco il report completo.

Nella giornata di Pasqua, domenica 12 aprile, 30 pattuglie della Polizia Municipale hanno vigilato sul territorio – con doppio turno, dalle 7.00 alle 13.00 e dalle 13.00 alle 20.00 – e hanno eseguito oltre 150 controlli sulle autocertificazioni. A Pasquetta, lo stesso spiegamento di forze, coadiuvato dall’utilizzo di due droni. I velivoli radiocomandati hanno sorvolato la città in mattinata, uno nella zona Nord, tra Torre Faro e dintorni; l’altro nella zona Sud, tra Santa Margherita e le aree circostanti.

coronavirus: controlli di pasqua e pasquetta a messina con i droni

Durante i controlli eseguiti dalla Polizia Municipale sulle autocertificazioni delle vetture e dei mezzi in transito, comunica il primo cittadino, sono state staccate meno di 10 multe: «Ciò significa – dichiara – che si è spostato solo chi ne aveva veramente motivo e bisogno».

«I messinesi – commenta il sindaco Cateno De Luca – hanno rispettato il patto con il Sindaco e sono rimasti a casa: bravi. I controlli aerei hanno confermato quello che già appariva chiaro sulla strada: i messinesi sono rimasti a casa e hanno compreso, con grande senso di responsabilità, che il miglior modo di trascorrere la Pasquetta era restare in casa. E così è stato. Le riprese aeree hanno confermato che non ci sono state uscite né corsette o jogging nel vastissimo territorio comunale che è stato controllato per l’intera mattinata».

coronavirus: controlli di pasqua e pasquetta a messina con i droni

Ma la giornata di ieri, il lunedì di Pasquetta, non è stato proprio “calma piatta”. Un paio di ragazzi, ieri, ha pubblicato alcune foto che li ritraeva insieme ad altri amici sotto le cascate di San Filippo Superiore. Dopo aver chiesto alla Polizia Giudiziaria di indagare sulla vicenda, il Primo Cittadino ha comunicato che si è trattato di uno scherzo, le foto – secondo quanto riportato – risalivano a un anno fa e i protagonisti degli scatti erano a in realtà a casa con i familiari.

«Mi dispiace che qualcuno confonda lo scherzo con la realtà –  conclude il sindaco De Luca – e faccia perdere tempo alla Polizia Municipale in attività che la distolgono da cose più importanti. Ma soprattutto mi dispiace per questi ragazzi che, con molta superficialità, si sono resi responsabili di una condotta grave e sulla quale saranno chiamati a rendere conto nei prossimi giorni, chiarendo se davvero hanno pubblicato e dichiarato il falso, o se al contrario sono usciti nonostante il divieto. In ogni caso, non è tempo per gli stupidi scherzi che fanno inasprire inutilmente gli animi di chi si attiene scrupolosamente ai divieti e rimane in casa».

 

(510)

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *