Coronavirus, arriva l’ok per l’utilizzo dei droni. De Luca: « A Messina controlli a tappeto»

Polizie locali potranno utilizzare i droni per monitorare il rispetto delle misure di contenimento del coronavirus. Tre giorni fa il Capo della Polizia, Franco Gabrielli, aveva messo un fermo stop all’utilizzo dei veicoli radiocomandati per controllare la messa in pratica dei dpcm, chiedendo maggiori approfondimenti.

Poco fa, rende noto il sindaco di Messina Cateno De Luca, è arrivata la circolare ministeriale che sancisce il via libera all’utilizzo dei droni.

«Abbiamo ricevuto dalla Prefettura la notifica della circolare ministeriale che di fatto sblocca l’uso dei droni – scrive Cateno De Luca. Siamo soddisfatti, perché così potremo riprendere il percorso interrotto il 26 marzo scorso, quando a seguito del semaforo verde da parte dell’Enac, c’è stato l’immediato stop alimentato dai dubbi sollevati dal Capo della Polizia di Stato Gabrielli che voleva eseguire gli approfondimenti del caso. Da quella data eravamo fermi su tale fronte, nonostante i nostri test siano andati avanti».

Nei giorni scorsi Cateno De Luca aveva più volte manifestato l’intenzione di utilizzare i droni soprattuto nei villaggi di Messina, dove ritiene che le norme che impediscono gli assembramenti non vengano rispettate come di dovrebbe. E proprio sui controlli aggiunge: «La nostra Polizia municipale potrà dunque utilizzare i droni come strumento di rispetto delle misure di contrasto al Covid-19. Da adesso disporrò controlli a tappeto su tutto il territorio».

(1122)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *