Come rendere più sicura la via Consolare Pompea? Il piano del Comune

chiesa di grotte in via consolare pompea a pacePotenziare l’illuminazione, rifare la segnaletica stradale, programmare maggiori controlli: la Commissione Viabilità si è riunita questa mattina per decidere cosa fare per rendere più sicura la via Consolare Pompea, la litoranea di Messina, troppo spesso teatro di incidenti.

Il tema è riemerso nelle scorse settimane, dopo l‘incidente che è costato la vita alla giovane Aurora e oggi è approdato in Commissione Viabilità, presieduta da Libero Gioveni, dove sono state ascoltate le proposte di diversi consiglieri comunali e le iniziative programmate dall’Amministrazione Comunale.

In particolare, il vicesindaco Salvatore Mondello ha chiarito come, tra le misure in programma per arginare il rischio di incidenti lungo la litoranea siano previste: l’avvio di quattro gare d’appalto per la realizzazione e il rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale; interventi per il potenziamento della pubblica illuminazione con l’attuale appalto, facendo infine affidamento anche ai 5 milioni di euro previsti per la manutenzione strade.

Nel corso del dibattito in Aula anche i consiglieri comunali presenti – tra cui Libero Gioveni (PD) Massimo Rizzo (LiberaMe), Giuseppe Schepis e Cristina Cannistrà (Movimento 5 Stelle), Giovanni Scavello (Bramanti Sindaco) e Sorbello Sorbello (Gruppo Misto) – hanno avanzato diverse proposte. In particolare, si tratterebbe di:

  • vietare il transito dei mezzi pesanti nelle ore diurne, ivi compresi gli autocompattatori di MessinaServizi che operano durante la mattinata;
  • mettere in sicurezza la pista ciclabile per consentire ai ciclisti di utilizzarla al meglio ed evitando, così, che si trovino a dover passare dalla strada;
  • installare castellane (dissuasori di velocità) lungo tutto il tratto, quanto meno nel periodo estivo;
  • prevedere una maggiore presenza della Polizia Municipale, soprattutto nella stagione estiva;
  • attivare un’azione di sensibilizzazione e informazione preventiva sui rischi da incidenti stradali, in collaborazione con scuole e associazioni;
  • effettuare maggiori controlli su strada e nei locali dei tassi alcolemici e sull’eventuale uso di stupefacenti da parte degli automobilisti.

 

(411)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *