City Nature Challenge 2022, a Messina si racconta la biodiversità: i bioblitz da fare

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Anche Messina partecipa alla City Nature Challenge 2022, il censimento sulla biodiversità che coinvolge i cittadini; che dal 29 aprile al 2 maggio avranno la possibilità di trasformarsi in scienziati e osservare con occhi diversi: i boschi, le colline, gli ambienti acquatici e le aree costiere, che caratterizzando la città dello Stretto. I dati raccolti, foto in modo particolare, serviranno a monitorare lo stato della biodiversità.

«I cittadini – dicono i ricercatori del CESAB e coordinatori del progetto, Alessandra Flore e Antonio Riontino – possono partecipare esplorando il territorio in cui vivono; o prendendo parte alle escursioni in natura organizzate dagli enti aderenti all’iniziativa; scattando fotografie della flora e fauna selvatica con il proprio smartphone o con la propria fotocamera digitale, caricarle e condividerle sulla applicazione per smartphone Inaturalist o Natusfera, così da contribuire a monitorare lo stato della biodiversità marina e terrestre dell’intero pianeta». In un secondo step, dal 3 all’8 maggio, con l’aiuto degli esperti naturalisti saranno identificate le specie fotografate e il 9 maggio saranno annunciati e pubblicati i risultati a livello mondiale sul sito ufficiale di City Nature Challenge 2022.

City Nature Challenge a Messina

Messina è quindi tra le 14 città italiane che parteciperà alla City Nature Challenge 2022. «Quest’anno i cittadini che non vivono nelle città del Cluster – aggiunge Antonio Riontino – ma vogliono lo stesso raccogliere osservazioni naturalistiche nei giorni della Cnc 2022, possono scattare foto e caricarle all’interno del progetto del Network Nazionale Biodiversità (ISPRA/MiTE), che ha aderito all’iniziativa, denominato “Biodiversità in posa”presente sull’applicazione iNaturalist». iNaturalist è un progetto nata in sinergia tra la California Academy of Sciences e la National Geographic Society. In modo divertente è possibile partecipare alla creazione di un grande archivio dedicato alla natura e alla biodiversità. Per fare il login su iNaturalist a questo link.

I bioblitz a Messina

Si potranno fare i cosiddetti “bioblitz” coordinati da Rete Natura 2020 e Parco Regionale dei Monti Peloritani, che potrete seguire qui, di seguito invece, alcune iniziative già in programma (il calendario è in continuo aggiornamento):

  • venerdì 29 aprile, dalle 09:30, al Parco Ecologico San Jachiddu, con Fondazione ITS Albatros;
  • sabato 30 aprile, dalle 10:00, a Villa Labruto in via Nuova Panoramica dello Stretto km 6,100, con CAI Messina. Pomeriggio, dalle 16:00 al Museo del Grano di Sanfilippo;
  • domenica 1 maggio, dalle 10:00, escursione sulla dorsale dei Peloritani, Foresta di Camaro e Laghi di Ganzirri;
  • lunedì 2 maggio, dalle 16:00, da Capo Peloro fino al Canale degli Inglesi, con il Dipartimento CHIBIOFARMAM dell’Università degli Studi di Messina.

 

 

 

 

 

 

 

(92)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.