chef caliri

Tradizione e innovazione: lo chef Pasquale Caliri inventa il cannolo al torrone

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Giocare con la versatilità del cannolo siciliano e proiettarlo in chiave natalizia grazie alla dolcezza del torrone. È l’ultima trovata dello chef messinese e ambasciatore del gusto, Pasquale Caliri.

Il cuoco del Ristorante Marina del Nettuno Yachting Club Messina ha esposto la sua nuova invenzione culinaria davanti al pubblico dell’“RHS Salone dell’hotellerie”, al centro Bicocca di Catania dove si è tenuto, dal 14 al 17 novembre, un cooking show dal tema “Il dolce delle feste”.

«Uno dei dolci simbolo delle festività – ha dichiarato lo chef peloritano – è il torrone, per questo abbiamo pensato di coniugarlo con il cannolo, altro dolce simbolo della nostra isola sostituendo il tradizionale involucro con una sfoglia di torrone al pistacchio. La pasticceria, a volte sottovalutata dai cuochi, è in realtà una grande espressione della ristorazione contemporanea.».

Il cannolo, creato insieme al suo team di cuochi, è ricoperto da una sfoglia di torrone al pistacchio e al suo interno è farcito con ricotta dolce di pecora.

Chi è lo chef Pasquale Caliri

Pasquale Caliri è uno dei cuochi più noti di Messina, allievo della scuola di cucina di Gualtiero Marchesi e del grande pastry chef spagnolo Paco Torreblanca. Ambasciatore del Gusto, Piatto d’Argento dell’Accademia Italiana della Cucina, membro di Euro-Toques (Unione Europea dei Cuochi) e selezionato all’interno della Guida Michelin, Caliri è molto legato alla sua terra, come ha raccontato in una precedente intervista rilasciata a Normanno.

«Quando parli, pensi, crei, agisci, cosa fai se non metterci del tuo? Siamo un’espressione continua del nostro animus, della nostra storia, della nostra cultura ed educazione» aveva detto un anno fa.

(230)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.