Blitz di Cateno De Luca in notturna a Villa Dante: beccati 15 minorenni

Blitz in notturna. 15 ragazzi, apparentemente tutti minorenni, sono stati beccati a Villa Dante per “imprecisati incontri notturni”. A riportarlo il sindaco di Messina Cateno De Luca che, dalla propria pagina Facebook, si chiede «Erano loro a cagare e pisciare nella piscina di Villa Dante?».

Sul posto è intervenuta la Polizia Municipale, allertata intorno alle 23.00 dal Primo Cittadino che aveva appena ricevuto una “soffiata”. Chiamato l’Ispettore Capo della Polizia Municipale Giovanni Giardinia, una squadra di agenti (l’Ispettore Antonio Micalizzi, l’Ispettore Domenico Todaro, l’assistente Ersilio Folti, Assistente Gaetano Giordano) coordinata da lui e dal Sindaco di Messina è accorsa alla villetta della zona Sud.

Verso le 24.00 il team capitanato da Giardinia e De Luca ha identificato cinque dei ragazzi coinvolti, mentre gli altri sembra siano riusciti ad allontanarsi per tempo. Stando alle informazioni fornite dal Primo Cittadino, la zona era già sotto controllo da tempo, anche in considerazione di “incidenti” verificatisi in precedenza.

E vista l’età dei ragazzi, non è mancata la “ramanzina” social del sindaco De Luca che ha colto l’occasione per invitare i giovani a trascorrere il proprio tempo in maniera più produttiva: «Cari giovani – ha scritto, infatti, Cateno De Luca – io alla vostra età in estate facevo il muratore, il barista, l’operatore di patronato. Perché non fate anche voi come ho fatto io? Se ne avete voglia naturalmente!».

(1363)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *