Baraccopoli di Messina in mostra alla Camera. Siracusano: «È un’emergenza nazionale»

Le baraccopoli di Messina sono state al centro di un convegno tenutosi alla Camera dei Deputati e organizzato da Forza Italia che chiede, per tramite della deputata Matilde Siracusano, una legge speciale per portare avanti e completare il risanamento della città dello Stretto. Questo, a margine della mostra organizzata proprio per puntare l’attenzione sulle favelas messinesi attraverso le fotografie di Federico Ficarra.

L’evento era stato annunciato qualche giorno fa e, ieri, in nella sala Aldo Moro di Palazzo Montecitorio, sede della Camera dei Deputati, la parlamentare messinese Matilde Siracusano ha presentato la mostra del giovane fotografo suo concittadino e ha sollecitato il Governo nazionale a fare qualcosa per risolvere un’emergenza che, sì, è circoscritta alla città ma che «per dimensioni ha i connotati dell’emergenza nazionale».

A presentare il problema, quindi, è stata Matilde Siracusano: «Questa mostra ha lo scopo di sensibilizzare tutti verso un problema che sembra circoscritto alla città di Messina – ha esordito – ma che per dimensioni ha i connotati dell’emergenza nazionale e come tale va considerata. Descriverla non è semplice. Ecco perché ci serviamo delle immagini che Federico Ficarra ci regala».

Poi i dati, impressi anche attraverso il video “Salviamo Messina” realizzato dal Comune, che mostra le principali baraccopoli della città dello Stretto partendo da Fondo Fucile, passando per Rione Taormina, Fondo Pugliatti, e così via.

«8.000 persone, 2.200 famiglie e centinaia di bambini – ha proseguito l’Onorevole Siracusano – che vivono in alloggi di fortuna con tetti in eternit, materiale che produce una polvere che provoca il cancro. Questo è accertato, l’asbestosi lì è diffusa. Non solo, ci sono le fogne a cielo aperto, i bambini giocano in mezzo ai topi. È una situazione indescrivibile».

«Ma la cosa che mi sconvolge – ha aggiunto – è che questo problema finora è stato sconosciuto. Il presupposto per risolvere un problema è riconoscerlo. Dal 1960 a oggi nessun atto parlamentare è stato fatto. Insieme al sindaco di Messina Cateno De Luca e al Presidente di Arisme (Agenzia per il Risanamento di Messina) Marcello Scurria abbiamo reperito una proposta di legge del 1960 presentata da alcuni deputati siciliani che volevano il risanamento di Messina».

E proprio in questa occasione, Matilde Siracusano chiede ai deputati presenti di appoggiare la proposta di una legge speciale per eliminare le baraccopoli di Messina in maniera definitiva.

La mostra sulle baraccopoli di Messina alla Camera dei Deputati

La mostra di Federico Ficarra “Serie D. 7000 italiani nella baraccopoli di Messina”, allestita presso il  Corridoio degli Atti parlamentari della Biblioteca della Camera dei Deputati, sarà visitabile fino al 14 febbraio 2020.

Questi gli orari:

  • 4 febbraio – dalle ore 14.00 alle ore 18.00;
  • dal 5 al 14 febbraio dalle ore 10.00 alle ore 18.00.

(139)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *