Aule mancanti e progetti da presentare: il punto di De Luca sulle scuole a Messina

Tra progetti da presentare per partecipare ai bandi regionali e aule mancanti da reperire, il sindaco di Messina Cateno De Luca si prepara al rientro a scuola e fa il punto sulla situazione nella città dello Stretto in vista di un settembre che si preannuncia più complicato del solito a causa dell’emergenza coronavirus.

Dopo la sfida della didattica a distanza, il rientro tra i banchi pone le scuole di tutta Italia a dover affrontare un problema che ormai da tempo attanaglia le strutture scolastiche: la mancanza di aule e le classi troppo piene. Con le norme anti-covid e la necessità di garantire spazi ampi e un numero massimo di alunni per classe, il problema di reperire aule si fa sempre più stringente. Nel corso del tavolo tecnico congiunto tra Città Metropolitana e Comune di Messina, tenutosi ieri a Palazzo Zanca si è discusso anche di questo.

In particolare, riporta il sindaco Cateno De Luca, facendo il punto sulle scuole di Messina è risultato che:

  • Per gli istituti comprensivi occorre reperire 170 aule. Gli interventi avviati dall’Amministrazione hanno portato a recuperarne 95, mentre per le restanti 75 si ricorrerà alla locazione attraverso le offerte provenienti da privati e il recupero di scuole da riattivare;
  • Per le scuole secondarie di II grado occorre reperire 160 aule. Di queste, 60 sono in corso di recupero, ha spiegato De Luca, «grazie al reperimento e messa a disposizione si locali di pertinenza locale e/o seguito di proroghe di contratti individuali», 80 verranno reperite come locali aggiuntivi, sempre tramite offerte pervenute. Ne mancano però 20 per le quali «si sta provvedendo a vagliare altre soluzioni».

I progetti per le scuole di Messina

Comune e Città Metropolitana di Messina, ha dichiarato inoltre Cateno De Luca, parteciperanno al bando regionale n. 1359 del 23 giugno sull’Edilizia Scolastica co 71 progetti di adeguamento e miglioramento sismico: 62 progetti li presenterà Palazzo Zanca per un importo “in corso di stima”; 9 Palazzo dei Leoni per un importo di 10 milioni di euro.

Sono in corso di affidamento, ha spiegato il sindaco De luca, i lavori finanziati nell’ambito del PON Scuola: 1.020.00,00 euro per il Comune di Messina e 1.000.000,00 euro per la Città Metropolitana. Tali fondi serviranno per effettuare interventi di efficientamento, adeguamento e adattamento degli spazi in conseguenza dell’emergenza Covid-19.

È tuttora aperta, infine, l’avviso per il reperimento di locazione di aule aggiuntive, consultabile qui e in scadenza il 28 agosto 2020.

(573)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *