L’appello di Sant’Egidio Messina: «Più attenzione per i poveri da parte delle istituzioni»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

A Messina, la Comunità di Sant’Egidio assiste oltre 1000 nuclei familiari fornendo assistenza alimentare e distribuendo – in centro e in periferia – pasti caldi ai senzatetto, aiutando i bambini a studiare, visitando gli anziani e accogliendo i migranti. Un impegno diventato più intenso con la pandemia. Adesso la Comunità di Sant’Egidio chiede più attenzione e sostegno da parte delle istituzioni cittadine.

«Serve una legge di contrasto alla povertà – si legge nella nota – e lavorare per la tenuta sociale delle città siciliane. Seppur Messina presenta una rete di realtà impegnate in questa direzione è evidente il bisogno di una maggiore attenzione da parte delle istituzioni cittadine, pertanto auspichiamo non solo che rapidamente venga emanata la legge regionale sulla povertà, ma che questo nuovo dialogo responsabile della politica intorno ai bisogni dei poveri liberi nuove risorse anche all’interno del quadro politico e amministrativo messinese».

L’impegno della Comunità di Sant’Egidio in Sicilia per il contrasto alla povertà

Già nei giorni scorsi, Emiliano Abramo presidente della Comunità di Sant’Egidio di Catania aveva rivolto un appello all’Ars, per far fronte all’emergenza economica, conseguenza della crisi sanitaria, e creare una legge contro la povertà. «Siamo la regione più povera d’Europa – ha scritto Abramo – e l’agenda politica non può fare altro che parlare di questo».

Anche Messina, accoglie la proposta di Emiliano Abramo. «Il nostro centro “Floribert Bwana” di Camaro – ha detto il prof. Andrea Nucita, responsabile di Sant’Egidio a Messina – è un luogo privilegiato dove tanti messinesi servono e incontrano i poveri, con generosità e gratuità.

Nei mesi scorsi, dall’inizio della pandemia, è stato un punto di riferimento per tanti messinesi che hanno condiviso con noi le loro necessità, come anche le loro preoccupazioni e le loro speranze. Pertanto, rivolgiamo questo appello al Sindaco De Luca, alla sua Amministrazione e al Consiglio Comunale, facendoci interpreti delle tante istanze di aiuto che ci vengono rivolte».

Come possiamo sostenere la Comunità di Sant’Egidio di Messina

Ci sono molti modi di partecipare della vita e delle attività della Comunità:

  • Fai una donazione;
  • Offri il tuo tempo;
  • Sostegno a distanza;
  • Scrivi a un condannato a morte;
  • Raccoglie e ricicla;
  • Liberare i prigionieri;
  • Pasti per strada;
  • 5 per 1000;
  • We Run Rome For Sant’Egidio.

(55)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.