Universita-Messina

Anche Germanà vuole salvare l’ex Biblioteca Regionale Universitaria

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Universita-MessinaIl deputato Pdl all’Ars, Nino Germanà, spezza una lancia a favore dei locali di Via Verdi e del significato che questi, per diverso tempo, hanno avuto per la città di Messina. E lo fa depositando un’interrogazione parlamentare indirizzata al presidente Crocetta e all’assessorato ai Beni culturali. «I messinesi hanno quasi dimenticato che, fino al 1997 — scrive Germanà in una nota —, via Verdi ospitava la Biblioteca regionale universitaria. Ma quanti non l’hanno dimenticato, fra questi i giovani dell’Atreju e io stesso, non possono che chiedere a gran voce quantomeno il salvataggio dello storico palazzo che la ospitava, la sua rimessa in funzione e la sua nuova fruibilità pubblica a beneficio dello stesso Ateneo». L’associazione universitaria “Atreju- La Compagnia degli Studenti”, qualche giorno fa aveva riproposto l’annosa questione dell’edificio dell’ex Biblioteca Regionale Universitaria. In quell’occasione, una delegazione di studenti di “Atreju” ha incontrato il Rettore dell’Università per discutere le condizioni dell’edificio. Con l’atto ispettivo, Germanà ricorda anche che i lavori di ristrutturazione erano stati “promessi” dalla Regione già da anni e che avrebbero avuto il loro completamento nel 2005. «Se andiamo a guardare le carte – sottolinea – scopriamo che in teoria, questa ristrutturazione sarebbe stata avviata nel maggio di quello stesso 19: insomma, il danno e la beffa!». «Mi riprometto – conclude Nino Germanà – di spendermi in ogni modo istituzionale perché questo bene venga ritornato alla comunità universitaria che ne potrà disporre per le proprie finalità, didattiche o meno. Sto verificando l’eventuale costituzione di un tavolo tecnico che potrebbe anche prender le mosse dalla commissione di competenza. Fra l’altro, oggi, l’edificio rappresenta pure un pericolo vista la sua fatiscenza conclamata».

(63)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.