casa peloro

A Casa Peloro arriva Nuuco ART con il progetto “Be free”

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Continuano gli appuntamenti con l’arte a Casa Peloro. Il social cafè della zona nord di Messina ospiterà dal 4 all’11 agosto Nuuco ART, con il progetto “Be free”. Per tutta la settimana, quindi, sorseggiando una bibita o gustando un piatto tipico siciliano, sarà possibile immergersi ancora una volta in una mostra, pronta ad arricchire di emozioni tutti coloro che decideranno di visitarla.

Nuuco offre la sua immagine (ad amici, conoscenti, alcuni a lui noti e altri sconosciuti) chiedendo a tutti di fare come vogliono, trasformandosi in una cavia, un esperimento artistico in cui il prodotto finale non è cosa in realtà è interessato, ma il processo creativo che lo genera. Dopo un mese, l’immagine, manipolata, viene restituita all’artista che compiacente dell’attesa, sentirà la necessità di riappropriarsene, scrutando e riportandolo allo stato di una fotografia d’arte.

L’artista mette in gioco la propria identità, facendo fare agli altri un confronto con le sue stesse immagini, lui stesso si trasformerà in un ready made, dando la possibilità a chiunque di uscire dal ruolo di spettatore e diventare partecipanti alla creatività.

La fotografia trascende i propri confini, facendo entrare in se stessa i luoghi geografici e vitali di chi la riceve, e si impregna del tempo di attesa dell’artista. In questo, lo stesso processo fotografico, subisce metamorfosi simboliche, trasformandosi da materia digitale a materia fisica, resa malleabile dal contributo esterno dello spettatore-attore, per poi tornare al digitale attraverso la scansione dell’artista che lo ha inviato, e finalmente torna ad essere fisico attraverso la stampa e la presentazione che, insieme all’artista lo ha prodotto.

L’estate 2023 a Casa Peloro è focalizzata sull’arte. Questa, infatti, non è la prima mostra ospitata dal social cafè vista Pilone. Nelle scorse settimane, infatti, i loro locali hanno accolto le opere di altri artisti come Martina Camano e Laura Pittaccio.

(191)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.