Il Centro NeMo Sud raddoppia: quando la solidarietà diventa speranza

Foto del taglio del nastro per l'inaugurazione dei nuovi spazi del Centro Clinico NeMO Sud a MessinaOggi vi raccontiamo di una delle facce più belle di Messina, partendo da un tratto distintivo del nostro Sud Italia, di cui dobbiamo andare più che fieri: la solidarietà. Ecco, oggi vi presentiamo uno degli esempi di solidarietà più ammirevoli, che rendono Messina e la Sicilia fiere di quella voglia di fare che non tutti hanno: il Centro NeMo Sud, eccellenza italiana per la cura delle malattie neuromuscolari, come la Sla, la Sma e le Distrofie Muscolari. Un punto di riferimento per tutti coloro che sono affetti da patologie che, fino a 20 anni fa, erano considerate rare e incurabili.

Oggi, a 5 anni dalla sua fondazione, il Centro NeMo Sud, che ha sede al Policlinico di Messina, raddoppia i posti letto e aggiunge alla sua offerta nuovi locali che permetteranno ai pazienti di essere accolti e seguiti al meglio.

L’inaugurazione del nuovo spazio si è tenuta questa mattina nell’aula magna del padiglione B, al Policlinico. Un momento di grande emozione, che ha unito personalità di spicco del panorama politico e sociale della Sicilia.

«Il Centro NeMo Sud – ha affermato l’assessore Ruggero Razza – è il segnale che la Sicilia ha lavorato, negli anni passati, per dare una risposta alle esigenze sanitarie, evitando che i cittadini fossero costretti ad andare a cercare cure altrove».

Oltre all’assessore Razza, all’inaugurazione hanno preso parte: il sindaco di Messina Renato Accorinti, il sottosegretario alla Salute della Regione Sicilia, Davide Faraone, il prorettore Vicario dell’Unime, Emanuele Scribano, il commissario del Policlinico Universitario, Michele Vullo, il direttore amministrativo del Policlinico Universitario, Giuseppe Laganga, il responsabile scientifico del Centro, Giuseppe Vita e il presidente di NeMo, Alberto Fontana.

Ma i veri protagonisti di questo momento sono stati, oltre ai sostenitori di NeMo, che da anni supportano economicamente il Centro, i pazienti, cuore pulsante della struttura.

«NeMo Sud, all’inizio del suo percorso, non pensava di poter dare ai suoi pazienti una cosa fondamentale: l’idea che alle malattie neuromuscolari si potesse affiancare quella di cura» così ha introdotto il suo discorso il presidente di NeMo, Fontana. Un discorso pieno di emozione, di una persona che di sensibilità verso il tema ne ha tanta, visto che affronta le difficoltà di una malattia in prima persona. Fontana è l’esempio che con la giusta attenzione e le giuste cure si può fare, della propria malattia, il proprio punto di forza, diventando un modello per coloro che soffrono e combattono contro una qualsiasi patologia.Nemo sud conferenza

Numeri da Record

L’orgoglio del Centro NeMo Sud sono i numeri che ha saputo raggiungere in appena 5 anni, oggi elencati dal professor Vita:

  • 3000 pazienti ospitati;
  • 3110 Day Hospital;
  • il 15% dei pazienti ospitati proviene da città fuori dalla Sicilia;
  • 19 studi sperimentali nel campo della ricerca clinica (nuovi farmaci), di cui 7 conclusi;
  • raddoppio dei posti letto, da 10 a 20.

Un traguardo ammirevole che segna un importante punto di arrivo, ma anche un punto di inizio per un percorso che porterà Messina ad essere una delle eccellenze nel campo.

(132)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *