Messina Street Food Fest sbarca in Calabria. Siglato il gemellaggio con il Taranta Wine & Food Fest

taranta - messina street food - confesercentiConfesercenti lancia un’iniziativa per avvicinare le due sponde dello Stretto, attraverso il cibo e la cultura. Si tratta di un gemellaggio tra il “Messina Street Food Fest” e il “Taranta Wine & Food Fest” all’insegna del cibo di strada, che si svolgerà sul lungomare Paolo Latella di Pellaro, in provincia di Reggio Calabria, dal 26 al 29 luglio.

Un festival del cibo, che ha l’obiettivo di creare un’area integrata tra Messina e Reggio Calabria: «L’idea di realizzare questa sinergia con il Taranta Wine Fest- spiega il presidente di Confesercenti Messina, Alberto Palella- mi ha subito convinto, perché credo che ‘dialogare’ con Reggio, così vicina a noi dal punto di vista geografico ma anche culturale, sia la chiave di volta per ragionare nei termini di una concreta attuazione dell’area integrata dello Stretto.

Si può partire dalle piccole cose, come il nostro gemellaggio con gli organizzatori della manifestazione calabrese e con Confesercenti Reggio Calabria- prosegue Palella- ma col tempo si possono coinvolgere altri settori, attraverso uno scambio costante di idee e iniziative, che non può che incidere positivamente sullo sviluppo del tessuto economico dei due territori».

Intanto a Messina si prepara la nuova e attesissima edizione dello Street Food Festival, che lo scorso ottobre ha portato più di 60mila persone in città. La quattro giorni di quest’anno si preannuncia ricca di nuove sorprese, che presto verranno svelate dallo staff della manifestazione.

Il gemellaggio con il TarantaWine&FoodFest servirà a Messina anche come arricchimento, in quanto si tratta di un contenitore di tante iniziative culturali, eno-gastronomiche e di intrattenimento.

Gli organizzatori Pasquale Nello e Nino Stellittano sin dall’inizio hanno pensato di rendere realizzabile il sogno di un gemellaggio tra le due sponde, condividendone gli stessi intenti, ovvero quello di creare manifestazioni pilota e sperimentare un nuovo modo di scambiarsi idee, progetti e viabilità anche per scopi ludico-ricreativi e culturali.

(392)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *