“Notte di Orione” e moneta complementare. Se n’è discusso a Palazzo Zanca

orioneIl sindaco, Renato Accorinti; l’assessore comunale alla Cultura e Identità, Tonino Perna; l’assessore regionale ai Beni culturali, Giusy Furnari; nel corso di una conferenza stampa, oggi, a Palazzo Zanca, cui hanno partecipato tra gli altri anche il Soprintendente di Messina, Rocco Scimone; la responsabile della Soprintendenza di Messina-sezione beni storico-artistici, Grazia Musolino; il direttore della Biblioteca regionale, Sergio Todesco; l’architetto Nino Principato; hanno illustrato gli appuntamenti della “Notte di Orione”, organizzata per venerdì 31 ottobre.  

«In occasione della riattivazione del sistema idrico della fontana di Orione, una delle più belle d’Italia del XVI secolo – hanno sottolineato Accorinti e Perna –, abbiamo scelto di coniugare l’appuntamento dell’inaugurazione della fontana con una serie di eventi culturali, per agevolare e stimolare la partecipazione della gente».

«Per me – ha aggiunto l’assessore regionale Furnari – è un piacere avere contribuito alla restituzione ai cittadini messinesi di un pezzo di storia. È nostro obiettivo lavorare in perfetta sinergia col comune di Messina per proseguire su questa linea tracciata».

Le iniziative partiranno alle 17.00 con una visita guidata, a cura dell’architetto Nino Principato, alla galleria/acquedotto della fontana di Orione, in passato collegata a Camaro da cui prendeva l’acqua del torrente; alle 18.00 l’inaugurazione della mostra di sculture, dedicata alla “contemplazione”, alla Chiesa degli Alemanni, curata da Jolanda Vacalebre; in Cattedrale, alle 19.00, proiezioni di particolari delle fontana e commento di studiosi e storici dell’arte, a cura della responsabile della Soprintendenza di Messina-sezione beni storico-artistici, Grazia Musolino, e con la collaborazione di Padre Giuseppe La Speme, delegato arcivescovile per la Cattedrale; alle 20.00 al Palacultura, dov’è stato installato un planetario, l’astronomo Scopelliti illustrerà il ruolo e le virtù della costellazione di Orione; e a conclusione, alle 22.30, nell’Auditorium del Palacultura, concerto del maestro Giovanni Renzo, che per l’occasione ha composto un brano dedicato ad Orione.

In merito alla moneta complementare messinese, l’assessore Perna ha comunicato che lunedì 27, alle 16.00, al Palacultura, si svolgerà un’assemblea pubblica per stabilirne la denominazione. «Dopo una serie di incontri con esponenti di diverse associazioni e movimenti politici – ha dichiarato Perna – è stato deciso di procedere attraverso un’assemblea pubblica che sceglierà una terna di nomi da sottoporre a un referendum on-line e una giuria di esperti che dovrà successivamente valutare le proposte grafiche per le nuove banconote. La scelta di procedere con la moneta locale non è riferibile a un’eccentricità del sottoscritto, in quanto attualmente ne abbiamo più di cinquemila nel mondo, com’è facilmente riscontrabile su internet».

(49)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *