Trafugati 600 chili di rame lungo la A20. Due arresti e una denuncia

rame a20rame nascostoCirca 600 chili di rame, questa la stima di quanto due cittadini romeni erano riusciti a trafugare, nella notte tra sabato e domenica, lungo la A20. Ionut Petre, 22 anni, e Ionut Radu, 21 anni, sono stati arrestati dagli agenti del commissariato di Capo d’Orlando e della Sezione di Polizia Stradale di Sant’Agata Militello per i reati di ricettazione e furto.

Insieme a loro anche un connazionale minorenne, denunciato all’Autorità Giudiziaria, che aveva caricato in auto, al momento della scoperta dei poliziotti, 250 chili di “oro rosso”. Gli altri 350 erano stati invece nascosti nell’area adiacente la carreggiata autostradale, mimetizzati tra la vegetazione, per essere portati via in un secondo momento.

I tre avrebbero anche potuto farcela ma sono stati traditi dalla loro auto in panne. Trovatisi in difficoltà, hanno cercato di sbarazzarsi dello scomodo bottino; nel tentativo di scaricare il rame dalla vettura, però, sono stati sorpresi dai poliziotti.

A questo punto, la tentata fuga a piedi, conclusasi però con i due arresti e la denuncia: uno dei due finiti in manette e il minorenne sono stati raggiunti nei pressi della stazione ferroviaria di Zappulla (comune di Torrenova), l’altro è stato bloccato lungo la via Consolare Antica di Capo d’Orlando.

Nell’auto sono stati rinvenuti e sequestrati gli arnesi utilizzati per asportare i cavi elettrici. Petre e Radu sono stati trasferiti nel carcere di Gazzi.

(65)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *