Il TdL revoca obbligo di dimora a Genovese: torna libero

genovese in parlamento nuovoFrancantonio Genovese torna libero. Il Tribunale della Libertà, cui la Cassazione aveva rimesso la decisione su rinvio, accogliendo le istanze del difensore, avvocato Nino Favazzo, ha revocato la misura dell’obbligo di dimora cui l’onorevole Genovese era stato sottoposto il 25 novembre 2015, subito dopo la revoca degli arresti domiciliari.

Il deputato nazionale, recentemnte condannato a 11 anni, in primo grado, nell’ambito del processo Corsi d’Oro 2, potrà dunque tornare a svolgere il proprio mandato parlamentare.

A margine della decisione del TdL, l’avvocato Favazzo scrive: “Il tribunale con motivazione pienamente condivisibile, ha tardivamente fatto giustizia di una misura cautelare che, già nell’aprile del 2016, la Suprema Corte di Cassazione aveva censurato, evidenziando la mancanza dei presupposti legittimanti la sua adozione, anche in considerazione della impossibilità di conciliare la stessa con l’esercizio del mandato parlamentare. Una decisione giusta, dunque, che ha il solo torto di arrivare tardi”.

(205)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *