Palme, dopo il punteruolo rosso la minaccia arriva dai ladri

DSCN0066 okQuesta notte  i Carabinieri del Comando Stazione Carabinieri di Furnari hanno tratto in arresto due giovani per il reato di furto aggravato in concorso. Si tratta di  Mariano Foti, classe ’87, nativo di Milazzo e residente a Barcellona P.G., e Salvatore Valastro, classe  ’96,  nativo e residente a Barcellona P.G..

È accaduto tutto poco dopo le 00:30,  la pattuglia della Stazione Carabinieri di Furnari, durante un servizio di perlustrazione  nella frazione Tonnarella e in particolare nel parco urbano “Salvatore Quasimodo”, transitando davanti l’area verde,  ha sorpreso i due giovani mentre erano intenti a tagliare ed asportare fogliame dalle palme ivi ubicate, di proprietà del Comune di Furnari. Le foglie, in questo periodo, sono spesso oggetto di attività predatorie in quanto vendute tradizionalmente in strada in occasione della domenica delle Palme.

Alla vista dei Carabinieri i due malviventi hanno tentato di fuggire a piedi abbandonando sul posto l’attrezzatura utilizzata per il taglio delle palme. Il tentativo di fuga è però risultato vano: i militati hanno infatti acciuffato e ammanettato i due ladri, recuperando anche una scala e tre seghe a serramanico. I due sono stati condotti nelle rispettive abitazioni in regime degli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto che si terrà presumibilmente nel pomeriggio di oggi 17.02.2016.

E sulla vicenda interviene anche il sindaco di Furnari Mario Foti con un comunicato stampa. ” L’amministrazione comunale di Furnari, alla luce dell’azione devastante causata dal punteruolo rosso, ha sempre dato particolare attenzione alla protezione di questo bene ornamentale mediterraneo ha sempre  ritenuto fondamentale prevenire gli attacchi delle larve, attraverso periodiche ispezioni, garantendo le migliori condizioni vegetative per la pianta, evitando la presenza di tagli, ferite e quant’altro con opportuni ed ininterrotti trattamenti che hanno preservato questa specie, rendendo il Parco Urbano di Tonnarella, restituito alla sua bellezza, una delle zone più belle del Golfo di Tindari. Al contempo, è stata emessa un’ordinanza sindacale n. 15 del 26/03/2014 con la quale sono state disposte specifiche sanzioni ai trasgressori. Per ultimo, l’Amministrazione Comunale  ha potenziato il sistema di video sorveglianza nel Parco Urbano costiero che, oltre a creare un deterrente per le attività illecite notturne, ha consentito  in passato di identificare ed arrestare gli autori di atti vandalici anche ai danni di amministratori comunali.

Ancora una volta il sistema di video sorveglianza e la sinergia tra l’amministrazione comunale e Carabinieri, prontamente allertati, ha  consentito di individuare i responsabili di atti delittuosi ai danni della collettività, così come recentemente, sempre nel Parco Urbano Costiero di Furnari, sono stati identificati ed arrestati dei cittadini rumeni, dediti al furto di rame. Per tale ragione l’amministrazione comunale, in vista della programmazione estiva dell’Arena Teatro Vittorio Emanuele, sta ulteriormente migliorando il sistema di controllo sul Territorio Comunale, per rispondere alla esigenza di sicurezza e di ordine che proviene dalla cittadinanza e dagli ospiti di una comunità ad alta vocazione turistica. Importante e fondamentale è il compito dell’allerta, della prevenzione e del controllo notturno del territorio. Ad assicurare questi ottimi risultati, ancora una volta, è stata la stazione dei Carabinieri di Furnari, al Comando del Maresciallo Massimiliano Ciaramidaro e del suo vice Alessandro Melas, la quale nonostante abbia il compito di presidio di legalità di un territorio molto, vasto e complesso, ha mostrato di conseguire risultati eccellenti nell’azione di contrasto alla criminalità organizzata. Ai militari dell’Arma va, pertanto, il pauso e la gratitudine dell’Amministrazione Comunale a nome della cittadinanza furnarese”.

(160)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *