Operazione “Quattro Canti”. 7 persone raggiunte da misure cautelari per spaccio di droga

CONTI TAGUALI SalvatoreMisure cautelari in carcere, arresti domiciliari, obbligo di dimora, obbligo di firma e presentazione alla P.G. hanno raggiunto 7 persone ritenute responsabili dei reati di spaccio continuato di ingenti quantità di marijuana, nei comuni di Torrenova, Tortorici, Capo D’Orlando e Adrano (Ct). A eseguire le ordinanze, emesse dal gip del Tribunale su richiesta della Procura della Repubblica di Patti, sono stati i Carabinieri di S. Agata Militello in collaborazione con le rispettive stazioni locali dell’Arma.

Le indagini eseguite tramite pedinamenti, intercettazioni ambientali e telefoniche hanno svelato — a detta gli inquirenti — i meccanismi del traffico di droga che veniva approvvigionato da fornitori di Adrano e raggiungeva poi le piazze di spaccio locali grazie alla mediazione del tortoriciano Salvatore Conti Taguali, chiamato “u professuri”, che forniva i referenti, che a loro volta provvedevano ai clienti di Torrenova, Capo D’Orlando e altre zone della fascia costiera.

Le misure cautelari personali sono scaturite a conclusione di una complessa e articolata attività investigativa che ha preso le mosse nella primavera del 2012 e si è protratta fino al mese di agosto.  Le attività investigative, inoltre, hanno portato alla luce la particolare tecnica di occultamento della droga, che viaggiava nascosta tra ortaggi e mangimi, consentendo al “corriere” di trasportarla con assoluta sicurezza.

Ad essere maggiormente colpito da questa attività criminosa è stato il piccolo comune di Torrenova; dal nome dell’incrocio delle vie principali del centro torrenovese, infatti, ha preso il nome l’operazione  “Quattro canti”. 

Ingenti quantitativi di droga, rinvenuta nel corso delle indagini, sono stati sequestrati. Oltre agli arrestati vi sono anche 8 indagati, al momento denunciati a piede libero.

La misura restrittiva in carcere è stata emessa nei confronti di Salvatore Conti Taguali di Tortorici. Arresti domiciliari, invece,  per Giuseppe Costanzo, di Torrenova, e Simone Costanzo, di Adrano. Inoltre, sono state emesse due misure cautelari dell’obbligo di dimora e due  dell’obbligo di presentazione alla P.G.

(71)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *