Nel sabato sera messinese, c’è chi tira calci e chi si “mimetizza”

polizia3Pensava, forse, di farla franca e di confondersi nel “rumore” del sabato sera, ma il suo gesto non è sfuggito ai poliziotti che lo hanno colto in flagrante. Stava accanendosi contro la saracinesca di un tabacchi del centro, prendendola a calci. Notato dagli agenti, il 31enne di nazionalità rumena ha cercato di giustificarsi, raccontando di essersela presa con la saracinesca del rivenditori perché il distributore di sigarette non aveva erogato il pacchetto che aveva selezionato. L’uomo è stato denunciato per danneggiamento aggravato.

Sempre sabato sera, intorno alle 23.00, i poliziotti delle Volanti hanno arrestato un 22enne, Antonino Centorrino, già noto alle forze dell’Ordine, che ha tentato di mettere a segno un furto in appartamento. Avvisati da una telefonata al 113, gli agenti si sono recati in via Catania, dove il giovane aveva già scardinato una porta finestra dell’appartamento ed era pronto a entrare in casa. All’arrivo dei poliziotti, il 22enne si è nascosto nel balcone dell’appartamento, cercando di mimetizzarsi nell’ombra, nascondendo il volto tra i guanti e uno scaldacollo, ma è stato notato e arrestato. Con sé aveva un cacciavite, una torcia e chiavi adulterine.

(85)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *