Messina. Proseguono le indagini sulla morte degli agenti del pool ecomafie Granata e Todaro

Foto frontale del Palazzo di Giustizia, Tribunale di MessinaMessina. Dall’esito delle prime analisi sembrerebbe siano morti per cause naturali i due agenti del pool ecomafie, Tiziano Granata e Rino Todaro, di 40 e 46 anni, deceduti rispettivamente l’1 e il 2 marzo. Entrambi avevano collaborato con Giuseppe Antoci, ex Presidente del Parco dei Nebrodi, e condotto indagini riguardanti la cosiddetta “mafia dei pascoli”.

I due agenti sarebbero morti entrambi dopo una settimana di malattia, a circa 24 ore l’uno dall’altro. Nell’immediato, la Procura di Patti e la Procura di Messina hanno aperto due indagini separate e richiesto l’esecuzione di un’autopsia. Al momento, sembrerebbe che entrambi i poliziotti siano morti per cause naturali. In base a quanto riportato dalle indagini effettuate finora dai Ris (Reparto investigazioni scientifiche) di Messina, nell’abitazione di Granata non sono state rilevate tracce di effrazione o di violenza.

Dai risultati dell’esame autoptico eseguito su Tiziano Granata la causa del decesso sembrerebbe essere stata un arresto cardiacoRino Todaro, capo della polizia giudiziaria di Sant’Agata di Militello, era stato ricoverato d’urgenza all‘ospedale Papardo di Messina. La diagnosi, poi confermata dall’autopsia, ha rilevato che si sarebbe trattato di un caso di leucemia fulminante. Entrambe le procure hanno richiesto ulteriori e più approfondite analisi sui tessuti, finalizzate a fugare ogni dubbio in merito alle circostanze dei due decessi.

Oltre al lavoro svolto all’interno del pool ecomafie dei Nebrodi, e alla vicinanza tra i due decessi, ciò che ha fatto pensare a qualcosa di più di una coincidenza, e quindi reso necessario l’intervento delle procure, è stata la collaborazione degli agenti con Giuseppe Antoci. Fautore nel 2014 del “Protocollo legalità”, ora recepito all’interno del nuovo Codice Antimafia, l’ex Presidente del Parco dei Nebrodi – sostituito lo scorso febbraio dal governo Musumeci nell’ottica dello spoils system – era stato vittima nel maggio 2016 di un attentato dai tratti mafiosi dal quale era uscito illeso insieme alla sua scorta, di cui entrambi gli agenti facevano parte.

I funerali di Rino Todaro saranno celebrati domani, mercoledì 7 marzo, alle 15.00 nel Duomo di Sant’Agata di Militello, mentre quelli di Tiziano Granata si sono tenuti ieri, lunedì 5 marzo.

(398)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *