Messina. Bimba di sei anni chiama il 112 e salva la madre: arrestato 44enne

CarabinieriMessina. Arrestato 44enne per gravi lesioni nei confronti della compagna. La donna è stata salvata dalla figlia di 6 anni che ha chiamato disperata i Carabinieri chiedendo il loro intervento.

È successo alle due di mercoledì notte: la Centrale Operativa dei militari dell’Arma di Messina ha ricevuto la chiamata di una bambina di 6 anni che chiedeva aiuto in lacrime perché la madre veniva picchiata dal compagno.

Tempestivo l’intervento dei Carabinieri provenienti dalle stazioni di Giostra e di Messina Centro che hanno raggiunto l’abitazione della donna insieme ai soccorsi del 118.

La scena che i militari si sono trovati davanti non lasciava dubbi sull’accaduto: madre e figlia erano una accanto all’altra, in lacrime. La donna, ritrovata insanguinata a terra, riportava varie ferite ed escoriazioni sul corpo.

Mentre i soccorsi si prendevano cura della 33enne, i Carabinieri si sono messi sulle tracce del compagno che era fuggito prima dell’intervento delle Forze dell’Ordine portando con sé l’altra figlia di 3 anni. L’uomo, però, è stato subito rintracciato presso l’abitazione dei familiari e condotto in caserma.

A seguito degli accertamenti compiuti nell’immediatezza dei fatti, il 44enne è stato tratto in arresto per maltrattamenti contro familiari e conviventi e lesioni personali.

Il fermo effettuato dai Carabinieri è stato convalidato nella stessa mattinata e nei confronti dell’uomo è stata disposta dal Giudice la misura degli arresti domiciliari.

Se da una parte è da lodare la tempestività dell’intervento dei Carabinieri e l’attenzione dell’Autorità Giudiziaria, che ha applicato la misura restrittiva per evitare che il fatto potesse ripetersi, dall’altra si deve evidenziare tristemente l’indifferenza di alcuni vicini di casa che, vedendo nel cortile l’aggressione subita dalla donna e la bambina in lacrime, non si sono preoccupati di contattare le forze dell’ordine e soccorrere la donna.

La bambina di 6 anni ha dimostrato di avere maggiore sensibilità e senso di responsabilità degli adulti ed ha composto lei il numero di emergenza 112 per chiedere aiuto ai Carabinieri.

(3783)

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *