Messina. Due arresti per evasione in città e uno a San Fratello.

Foto di un'auto dei carabinieriMessina. Arrestato il pluripregiudicato Nicola Tavilla, classe ’65, beccato dai Carabinieri della Stazione di Bordonaro fuori dalla propria abitazione, nonostante fosse sottoposto agli arresti domiciliari per reati di estorsione e usura.

Fermato anche Santo Venuto, 36enne messinese sottoposto al regime di detenzione domiciliare, anche lui trovato a evadere la misura cautelare impostagli. L’uomo è stato sorpreso dai militari a bordo della sua bicicletta elettrica: accortosi di essere stato beccato ha tentato di sfuggire dai carabinieri dileguandosi nel traffico. Ma il tentativo non è andato a buon fine.

Anche i carabinieri della compagnia di Santo Stefano di Camastra hanno sorpreso un residente della zona passeggiare nel centro del paese nonostante fosse agli arresti domiciliari. Si tratta di Benedetto Ferrarolo, classe ’64. L’uomo è stato arrestato e ricollocato ai domiciliari.

Le operazioni sono state svolte nell’ambito dell’intensificazione della vigilanza di persone gravate da misure restrittive, puntando sulla verifica degli obblighi imposti.

(173)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *