La scomparsa di Tindaro Bisazza: “Io l’ho visto”. Carabinieri sulle tracce

Tindaro Bisazza1Ci sono notizie che per la loro finalità sociale non intralciano ma aiutano l’attività delle forze dell’ordine, in questo caso i carabinieri. Non sapevo nulla di Tindaro Bisazza fino a questa mattina. Quando leggendo la Gazzetta del Sud e vedendo la sua foto in prima e a pagina 34 l’ho riconosciuto. E’ la stessa persona che ieri pomeriggio nei pressi della Chiesa San Nicolò sul viale San Martino mi ha chiesto un sigaretta. Così questa mattina, dopo aver telefonato al 112, mi sono recato alla stazione Gazzi dei carabinieri per esporre in un verbale quanto visto. E quanto visto può essere d’aiuto a tutti coloro che per caso lo dovessero incontrare. Erano circa le 16, ieri, quando ho accompagnato i miei familiari in Centro e ad angolo con via Aurelio Saffi, proprio sotto la sede che era una volta di Radio Messina Quartiere, stavo aspettando con lo sportello dell’auto aperto. Si è avvicinato un uomo. Mi ha dato subito l’impressione di essere un “barbone”, trasandato ma lucido e con un passo lento ma comunque stabile. A un metro dall’auto mi ha detto: “Non voglio soldi, vorrei solo una sigaretta”. Presa la sigaretta si è accostato al muro della Chiesa, ha acceso da solo e dopo pochi secondi si è diretto verso il viale San Martino. Questa mattina la sorpresa leggendo la Gazzetta perché non avevo visto la trasmissione Chi l’ha visto dove mi hanno segnalato che si era già parlato del suo caso. Altrimenti avrei subito allertato le forze dell’ordine. Posso fornire pubblicamente i ricordi di quei secondi per aiutare le indagini dei carabinieri e tutti coloro che potrebbero vederlo: volto sfilato, occhi castani, carnagione scura, cappellino se non ricordo male di colore chiaro, giubbotto di colore scuro e pantaloni con le tasche da entrambi i lati. Quando si è girato un altro possibile particolare: probabilmente aveva il codino. Non ricordo altro. L’età, circa 40 anni, è quella che leggo sul sito Chi l’ha visto? Tra le indicazioni che ho appreso, dal sito della trasmissione Rai, che porta i baffi e il pizzetto ma ieri pomeriggio questa persona era assolutamente sbarbata, come se si fosse “rasato” da poco, come nella foto sul sito di Chi l’ha visto?. Del tatuaggio di un cavallo alato sul braccio sinistro non posso dare conferma perché era coperto. I carabinieri lo stanno cercando. E queste informazioni possono essere d’aiuto per chiunque lo incontri in città. Se avessi conosciuto prima la sua storia avrei chiamato già ieri pomeriggio le forze dell’ordine. Ho letto questa mattina, sul sito affaritaliani.it, nell’articolo a firma Fabio Frabetti che Tindaro Bisazza soffre di problemi psichici e che è scomparso, da circa un mese, dalla clinica di Castanea dove alloggiava. La sorella ha lanciato un appello e una petizione on line per il suo ritrovamento chiedendo al governo di cambiare la Legge Basaglia sull’interdizione per i malati psichici. Sono in ansia anch’io adesso. Ho letto le dichiarazioni di amici e familiari. Spero che i carabinieri lo ritrovino presto e che queste informazioni siano d’aiuto per tutti. @Acaffo

(51)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *