L’Inarsind a Trovato: “Non sanati i rilievi sul bilancio 2012”

Santi TrovatoNon si placano le polemiche all’Ordine degli Ingegneri. Dopo l’elezione di Santi Trovato confermato alla guida dell’ente che aveva annunciato provvedimenti disciplinari contro coloro che avevano “sporcato” l’immagine dell’Ordine l’Inarsind è tornato oggi sulla vicenda e con un comunicato spiega quanto segue:

A seguito delle notizie stampa pubblicate in data 30/06/2013, successive e conseguenti agli esiti

delle elezioni per il “rinnovo” del Consiglio dell’Ordine degli Ingegneri, con il presente comunicato si intende, ai sensi della vigente normativa, effettuare alcune precisazioni in merito alle stesse.
In particolare, si precisa e si evidenzia che:
1) Le recenti elezioni non hanno “sanato” le già note questioni relative al bilancio consuntivo 2012, sancite dal verbale redatto dalla apposita “Commissione Verifica Bilancio” di cui la stessa stampa ne ha dato recenti notizie; né tantomeno si può parlare di “polemica sul
bilancio poi rilevatesi infondata”.
2) Appare incomprensibile l’assunto secondo cui la “categoria è stata danneggiata” dalle notizie riportate dai mezzi di informazione, in quanto, se proprio si vuol parlare di “danno alla categoria”, questo deriva da chi ha determinato una tale situazione di bilancio, in
seguito emersa durante le assemblee degli iscritti. Una universale regola di democrazia impone che, in tali assemblee, tutti abbiano il diritto di chiedere chiarimenti ed tutti
abbiano il diritto di ricevere adeguate spiegazioni in merito, da chi ha amministrato e gestito le quote degli stessi iscritti.
3) Come già precedentemente comunicato, i fatti incontrovertibili e mai smentiti sono:
Lo stesso Presidente ing. Trovato, a seguito delle questioni emerse in merito al bilancio, ha presentato, nella assemblea del 27/5/2013, una mozione nella quale chiedeva il rinvio dell’approvazione del bilancio e la contestuale costituzione di una commissione
finalizzata alla verifica degli atti contabili ed alla loro corrispondenza con le poste del bilancio.
 La Commissione dopo diverse riunioni ha chiuso i propri lavori ed ha redatto e sottoscritto il citato Verbale (congiuntamente al Presidente ing. Trovato ed al Tesoriere ing. Triolo), nel quale emergono chiaramente e dettagliatamente i rilievi formulati al
bilancio, da alcuni componenti della Commissione; gli stessi ne hanno richiesto la diffusione presso gli iscritti e l’inoltro presso tutti gli organi superiori competenti (Consiglio
Nazionale Ingegneri, Corte d’Appello e Ministero della Giustizia, organo vigilante).
 Il bilancio 2012 non è stato ancora approvato. Né sono pervenuti riscontri dai citati organi superiori, titolati a chiarire se vigono o meno irregolarità sul bilancio 2012.
 I rilievi formulati da alcuni componenti della Commissione, si ribadisce, si possono riepilogare come appresso sintetizzato:
o Alcune delle spese contabilizzate nelle voci di bilancio sono prive del relativo mandato di pagamento, come invece deve essere, ai sensi dell’art. 40 del RD n°2537/1925 che soprintende alla contabilità dell’Ordine o alcune significative spese risultano ingiustificate e/o ingiustificabili;
o assunzione di una persona a tempo determinato, effettuata senza alcuna procedura di evidenza pubblica, con una metodologia che desta “perplessità”, in quanto L’Ordine è Ente Pubblico e “pertanto soggetto alla legislazione vigente in materia di diritto del lavoro”.

(25)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *