Inceneritore Giammoro, anche Fare Verde dice no

Inceneritore mela nuovoAnche l’associazione ambientalista Fare Verde si schiera con gli abitanti di Giammoro, che giovedì 27 ottobre manifesteranno davanti la sede dell’assessorato regionale all’Energia, per dire no all’inceneritore ESI.

A non far dormire sonni tranquilli è proprio la portata della struttura, dedita all’ incenerimento di rifiuti sanitari, ospedalieri, fanghi, morchi e e fondami di serbatoi,catalizzatori industriali rigenerabili, definiti di basso impatto ambientali e che  non comportano alcun pericolo per la salute delle popolazioni residenti nella valle del Mela, già tristemente noti per l ‘alto tasso di inquinamento. Nonostante le rassicurazioni di rito, Fare Verde rompe gli indugi dichiarandosi sin d’ora contraria alla costruzione della nuova struttura e si propone di vigilare in merito al corretto funzionamento dell’impianto , secondo le normative di legge vigenti in materia di impatto ambientale ,affinché non venga aggravata una situazione già critica e pericolosa per la salute di tutti i cittadini.

La manifestazione di giovedì, avverrà proprio in occasione della Conferenza dei Servizi da cui dovrebbe uscire il definitivo via libera per la costruzione dell’opera. Ad organizzare l’evento è il Comune di Pace del Mela insieme al parroco, padre Trifirò, attraverso l’organizzazione di pullman gratuiti per i quali è però necessaria la prenotazione. Partenza prevista alle ore 7,30 da Pace del Mela , ore 7,40 da Archi o alle 8 dal casello autostradale di Milazzo. Chi intende aderire, entro martedì 25 ottobre  dovrà dare la propria adesione presso la Parrocchia di Archi o di Pace del Mela oppure presso  l’Ufficio Ambiente del Comune di Pace del Mela (090 93 47 213).

(49)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *