Droga e armi a Bisconte. In Appello scendono le pene

tribunalemessina

Sconto di pena in Appello per Giuseppe Carcame, 53 anni, e Francesco Aloisio, 45 anni, entrambi coinvolti nell’operazione del marzo di due anni fa, effettuata a Bisconte, dalla Squadra Mobile. L’attività investigativa aveva portato al sequestro di circa 160 chili di marijuana, 1 chilo di cocaina, una pistola calibro 9 marca Luger con matricola abrasa e 50 proiettili con punta tagliata, il cui effetto all’impatto è paragonabile a quello di micidiali armi da guerra.

Carcame e Aloisio furono arrestati e condannati in primo grado, il primo a 5 anni e 4 mesi (oggi ridotti a 4 anni), il secondo a 9 anni (oggi ridotti a 5 anni e 4 mesi). Pe quest’ultimo, la condanna a 9 anni è sta ridotta a 5 anni e 4 mesi, perché assolto dal reato di possesso di 156,7 chilogrammi di marijuana e riconosciuto colpevole solo della detenzione di 1 chilo di cocaina e della pistola.

Nel marzo 2013, i poliziotti avevano rinvenuto 156,7 chili di marijuana in un casolare abbandonato nel rione Bisconte, attiguo all’abitazione di Carcame e nella sua disponibilità. Una successiva perquisizione a casa di Aloisio aveva fruttato, invece, il ritrovamento di 911,4 grammi di cocaina e la pistola Luger calibro 9×21 con matricola abrasa. Il valore delle sostanze e delle armi sequestrate, immesse sul mercato, era stato stimato intorno ai 350 mila euro.

 

 

(86)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *