Discarica abusiva. Incivile beccato grazie ad un quaderno di 50 anni fa

Scoperta dalla Polizia Metropolitana di Messina una nuova discarica abusiva. Questa volta il cumulo di rifiuti, provenienti dallo svuotamento di una casa, sono stati abbandonati in un’area tra Savoca e Santa Teresa di Riva, nelle immediate vicinanze della Strada Provinciale 23. Nonostante una parte del materiale fosse stato dato alle fiamme, però, è stato possibile individuare il colpevole ritrovando fra i rifiuti un quaderno di scuola media di oltre 50 anni fa.

Grazie a questo quaderno la Polizia Municipale è riuscita a risalire ai proprietari dell’immobile e, tramite loro, al soggetto che ha materialmente abbandonato i rifiuti sul suolo pubblico. Gli agenti sono stati messi così sulle tracce di un uomo che era stato incaricato di svuotare una casa e a cui i proprietari avevano pagato, oltre al lavoro, anche quanto previsto dalla legge per il corretto smaltimento dei rifiuti in discarica. Attività sulla quale l’uomo ha deciso di ricavare un ulteriore margine.

Il responsabile è stato così convocato nella sede Polizia Metropolitana: per lui una multa di 600 euro per l’abbandono di rifiuti non pericolosi sul suolo pubblico e l’obbligo di ripristino dello stato dei luoghi e del corretto smaltimento dei rifiuti in discarica autorizzata.

(680)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *