Affidati ad un grest gestito da preti, violentati da un educatore. Manette per un 36enne

carabinieribellaQuattro ragazzini, dai 13 ai 16 anni, sono stati violentati dall’uomo cui erano affidati durante la permanenza in un struttura ricettiva estiva. L’uomo, un 36enne, è stato arrestato dai carabinieri della compagnia Messina Centro, su ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Maria Vermiglio. Gli abusi si sarebbero protratti per 3 anni, dal 2010 al 2013, e soltanto la denuncia di un padre accorto ha portato alla luce la squallida vicenda. Quel padre ha notato qualche strano atteggiamento nel figlio, lo ha interrogato, pazientemente, sino a scoprire che in quel luogo apparentemente sicuro in cui il ragazzino trascorreva una vacanza estiva, una struttura ricettiva gestita da preti, a Messina, c’era un uomo ( un laico) che abusava del figlio. E non solo di quel bambino. Anche di altri. Quattro le vittime che le indagini dei carabinieri avrebbero accertato, dopo aver monitorato ogni azione del sospettato. L’uomo, dopo aver carpito la buona fede degli adolescenti, li avrebbe convinti a compiere ripetuti atti sessuali, ripagandoli, poi, con piccoli doni anche in danaro. Perquisita la sua abitazione, i militari dell’Arma hanno rinvenuto e sequestrato un ingente quantitativo di materiale pedopornografico pazientemente raccolto, nel tempo, dall’uomo.

 

 

(85)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *