Torrente Bisconte-Catarratti: lavori di pulizia a metà per un mezzo guasto. Appello di Cacciotto

torrente bisconte-catarrattiLo scorso 7 luglio erano stati avviati i lavori di pulizia del torrente Bisconte-Catarratti, uno dei tanti torrenti presenti in città e sicuramente tra quelli che presentano diverse criticità. Non è però l’unico a rappresentare una vera e propria «piaga cittadina», come la definisce il consigliere della Terza Circoscrizione, Alessandro Cacciotto.

Nonostante la buona notizia dell’avvio delle operazioni di pulitura dell’alveo torrentizio, i lavori non sono stati completati: «Hanno interessato la parte alta del torrente (Catarratti) e si sperava che continuassero con la parte più bassa; invece no!» lamenta Cacciotto. «Ad agosto — prosegue — i lavori si sono “bloccati”, sembrerebbe per ferie, da qualche giorno sono ripresi ma incredibilmente sembrerebbe che la metà del torrente, per intenderci dal centro fino alla parte bassa (all’inizio della via Artiglieria), sia impossibile proseguire i lavori dal momento che mancano i mezzi, o meglio sarebbe necessario un escavatore più piccolo che il Comune non ha a disposizione perché i cingoli sono rotti e purtroppo non ci sarebbero le risorse per sistemare il mezzo. Dunque, le operazioni

rimangono per il momento, e a tempo indeterminato, a metà».

«Sono senza parole! È mortificante vivere di annunci e di speranze — aggiunge —, è mortificante un siffatto modo di operare, senza un minimo segnale di rispetto verso i cittadini. Non è pero solo mortificante questa situazione ma anche assolutamente pericolosa: infatti, la parte alta del torrente è pulita mentre dal centro alla parte bassa no: mi chiedo allora cosa potrebbe accadere se si scatenasse una copiosa pioggia che troverebbe una parte dell’alveo torrentizio libera prendendo grande velocità e una parte assolutamente ostruita da vegetazione e macerie di ogni tipo?».

L’incompleta e, in alcuni casi, assente pulizia dei torrenti cittadini, soprattutto alla luce dell’approssimarsi della stagione delle piogge, preoccupa molto i cittadini. «L’Assessore alla Protezione Civile, Filippo Cucinotta, trascorsi alcuni mesi dal suo ufficiale insediamento si è subito prodigato per cercare di fronteggiare questa problematica, con il tanto pubblicizzato accordo tra Comune ed Esa» ricorda Cacciotto.

Per scongiurare il peggio, il consigliere chiede al sindaco Renato Accorinti, all’assessore alla protezione civile Filippo Cucinotta, all’assessore ai Lavori pubblici Sergi De Cola, «di chiarire il ritardo sui lavori nonché fornire eventuali spiegazioni e soluzioni riguardo la completa pulizia del torrente» e di «adoperarsi anche per il noleggio privato di un mezzo al fine di risolvere il delicato problema di bonifica del torrente Bisconte-Catarratti».

(67)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *