Tares: un emendamento del governo per rinviare il pagamento al 16 gennaio 2014

tares

Da lunedì 23 dicembre, i cittadini/contribuenti di Messina riceveranno, giusto in tempo per mettere questo “regalo” sotto l’albero, l’avviso di pagamento della Tares 2013. Una volta recapitato il bollettino i cittadini dovranno pagare la prima rata, senza applicazione di eventuali sanzioni, entro il 31 dicembre. In tutto questo ci sono anche da considerare i giorni di festività che rallenteranno i pagamenti  e faranno inevitabilmente aumentare la confusione agli sportelli.

Forse però potrebbe esserci un cambio di programma: sul sito www.governo.it è riportata la notizia di un emendamento proposto per posticipare al 16 gennaio 2014 il termine entro il quale deve essere versata la maggiorazione Tares per il 2013, nel caso in cui il Comune non abbia inviato il relativo bollettino in tempo utile per fare rispettare ai contribuenti la scadenza dello scorso 16 dicembre.

In caso di approvazione dell’emendamento, il Comune si adeguerà al nuovo dettato normativo. Coloro che non avessero ricevuto e/o smarrito l’avviso, possono, a decorrere da lunedì 7 gennaio 2014, richiederne il duplicato agli uffici del dipartimento tributi e nelle sedi delle circoscrizioni.

Per ulteriori informazioni rivolgersi al numero telefonico 090-7724538 o, per via telematica, inviando una e-mail all’indirizzo tares@comune.messina.it

 

(41)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *