Santo Stefano di Camastra. L’Arma incontra i giovani

carabinieri-santo-stefano-camastra-620x350Continuano le iniziative di carabinieri di Santo Stefano di Camastra cui è stata assegnata la nuova caserma, che ora sorge poco distante dalla precedente, in Via della Giara 1.

La nuova sede, di proprietà del Comune, è assolutamente funzionale e confacente alle esigenze dei carabinieri. Fra esse sicuramente occupa uno spazio importante quello socio- pedagogico orientato a valorizzare il contatto fra l’Arma e le nuove generazioni.  

In tale ottica s’è deciso d’ospitare in questa nuova prestigiosa location, nell’ambito del progetto legalità ,  gli incontri con gli istituti scolastici delle locali medie e superiori.

Ed è così che, nella mattinata odierna, si è svolto il primo degli incontri dell’anno scolastico 2014-2015 con le scuole elementari e medie di Santo Stefano di Camastra che apre il ciclo di conferenze e permetterà ai primi 40 ragazzi del comprensorio Stefanese di visitare la sede e vivere là, in quei  luoghi,  le esperienze dei loro eroi quotidiani , i carabinieri, che così, mettono a nudo uno scorcio della loro vita di caserma.

La ricca giornata è stata suddivisa in sessioni che corrispondono a rispettive macroaree tematiche d’interesse.

Particolarmente apprezzati, insieme a quella dedicata alla visita alle camere di sicurezza ed agli ambienti ricreativi ed operativi della caserma, a cura del Comandante della locale Stazione carabinieri, Masups Filippo Marinaro, sono stati:

-La parte di sessione dedicata alla circolazione stradale raccolta sotto lo slogan: “Stai attento Papà!”  in cui  il Brigadiere Lentini dell’Aliquota Radiomobile,  ha trattato, con un taglio pratico, il codice della strada e segnalato le principali infrazioni censite inducendo, in una maniera originale i ragazzi ad avere un ruolo attivo durante un ipotetico viaggio a bordo dell’auto  guidata dai genitori. Ciò è stato intervallato da una breve disamina delle principali caratteristiche dei veicoli in uso ai carabinieri sia dell’Aliquota Radiomobile ( le alfa romeo 156 e 159, le “gazzelle” dei carabinieri) , sia della Stazione.   

-Il carattere di assoluta novità è stata la parte dedicata alla sezione dei cibernauti, in cui i carabinieri, partendo da un antico monito profuso dai genitori, lo hanno adattato alla nuova realtà:  “ Non accettare una caramella dallo sconosciuto”.  In tale sessione d’incontro un’aula è stata dedicata  all’informatica quotidiana e là ha avuto un ruolo centrale  “il  Referente informatico” della Compagnia di Santo Stefano di Camastra, l’Appuntato Alfredo Lucchetti.  Lo specialista informatico  ha risposto alle domande dei ragazzi ed ha fornito a genitori, insegnanti ed allievi, con un taglio concreto,  alcuni utili consigli da applicare durante la navigazione sui siti di maggior interesse spiegando  rischi e trappole cui potrebbero rimanere impigliati i nostri neofiti cibernauti .

-Un ‘ulteriore sessione è stata dedicata al Nucleo Operativo dove il Brigadiere Antonino Cannata mette in guardia i ragazzi rispetto i problemi di devianza giovanile ( bullismo, sostanze stupefacenti ed alcool). La sessione si è conclusa con un identikit di un professore che gli stessi ragazzi hanno realizzato usando gli applicativi dell’Arma. 

La gioia e la vivacità delle giovani  generazioni  rimarrà conservata oltre i confini della giornata e permetterà di sviluppare, in tal senso, anche i futuri incontri.

(211)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *