Rilancio del turismo a Messina: si parte dalla riqualificazione delle coste

passerelle per disabili spiagge messinaContinua l’iter per l’approvazione del Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo di Messina (PUDM): il progetto per la riqualificazione delle coste, è stato presentato, ieri sera, in Giunta, dall’assessore alle Politiche del Mare, Dafne Musolino e dal vice Sindaco, Salvatore Mondello.

Il PUDM prevede la riqualificazione dei 56 km di costa. A spiegare i dettagli del progetto è stata l’assessore Dafne Musolino: «Non ci siamo limitati a predisporre una mera cartografia della costa messinese, ma abbiamo ragionato programmando lo sviluppo di Messina e individuando le aree sulle quali vogliamo che si possa investire per il rilancio della città».

Punti salienti del Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo

L’Assessore Musolino ha riassunto i punti salienti della riqualificazione delle coste di Messina:

  1. quattro zone bandiere blu, di cui una individuata a Maregrosso, per rammentarci che con le politiche del mare Messina tornerà ad essere produttiva e protagonista;
  2. zone destinate al ricovero natanti per consentire di fare convivere la pesca con la libera fruizione della spiaggia;
  3. zone destinate ad attività balneari e complementari;
  4. zone per consentire di portare al mare anche i nostri amici a 4 zampe;
  5. parcheggi, strade, il Rilancio del Pilone di Torre Faro in chiave turistica e della area Seaflight da restituire a tutti i messinesi.

Queste in sintesi le novità del PUDM che verrà trasmesso alla Struttura Territorio Ambiente (Demanio marittimo) per approdare infine alla Regione.

(369)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *