Rifiuti a Messina. Musolino: «Le multe non bastano, si pensa al DASPO urbano»

Le multe non bastono a contrastare l’abbandono dei rifiuti per le strade di Messina. È questa la conclusione a cui è arrivata Dafne Musolino, assessore all’ambiente, in seguito alla  pulizia effettuata da MessinaServizi Bene Comune nella zona di Ortoliuzzo, lungo la SS 113. Sui social, l’assessore ha paragonato i responsabili delle discariche a cielo aperto a veri e propri criminali e ha annunciato la possibile applicazione del DASPO urbano.

«Ieri mattina – racconta l’assessore – il personale della MessinaServizi ha provveduto a pulire e bonificare la SS 113, in località Ortoliuzzo. Francamente non comprendo per quale ragione molte persone, considerata la mole di rifiuti disseminati a terra, si sentano autorizzati a compiere tali gesti incivili e criminali». 

L’Amministrazione De Luca non si rassegnerà, spiega l’assessore che lancia un messaggio molto chiaro ai cittadini: «Noi puliamo e non ci arrendiamo al senso generale di disprezzo verso la città e l’ambiente che queste persone testimoniano con il loro operato. Anzi, saremo ancora più determinati a dimostrare, insieme ai cittadini che rispettano le regole, che una città pulita è possibile!».

Da mesi il Comune di Messina sta cercato di far fronte al problema multando gli autori di atti veri e propri atti di inciviltà. Purtroppo, come evidenziato anche dalla Musolino, pare che le sanzioni non siano sufficienti a garantire il rispetto delle regole: «Davvero sembra che le multe (ma quante ne abbiamo già elevate!!!) non bastino. Vi anticipo che è allo studio l’applicazione di misure più stringenti (DASPO URBANO) per i trasgressori della normativa in tema di rifiuti.
Forse solo così – conclude l’assessore all’ambiente – trattandovi alla stregua dei criminali, riuscirete a capire il danno che arrecate all’ambiente e a voi stessi». 

(962)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *