Piove, governo ladro e Messina si allaga. Eppure il Meteo non è un’opinione

messina-allagataTravolti dal solito destino ( acquazzone) nel grigio cielo di settembre. Ci risiamo.
Come fosse un evento imprevisto, uno di quelli che nessuna mente umana, o strumento, o scienza possa prevedere, il primo, forte, acquazzone dell’autunno-inverno 2016 a Messina ha inondato le strade cittadine.

Lo ‘spettacolo’ è il solito: acqua alta sino ai polpacci, botteghe (con ulteriore danno alla merce per i commercianti) e abitazioni a piano terra allagate, traffico in tilt, autobotti dei Vigili del Fuoco che sfrecciano a sirene spiegate. Ieri pomeriggio, persino la cattedrale è stata invasa dall’acqua piovana.

A questo punto, inevitabile, una domanda va fatta agli amministratori: “visto che il meteo non è un’opinione: visto che a parte l’eventuale sfiducia sulle previsioni, la tempistica degli eventi atmosferici è più puntuale di una rata; visto che avete imparato a lanciare l’allerta meteo di ogni colore e grado; visto tutto questo, l’idea di arrivare un po’ più ‘preparati all’esame autunnale’ vi sfiora?

Insomma, diciamola con ‘parole vostre’ : la più tradizionale tra le prevenzioni, la pulizia dei tombini, perchè non la disponete in tempo e agevolate, così, il deflusso dell’acqua piovana?

Non occorre risposta scritta, solo fatti. E basta, datevi una mossa.

(1164)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *