Pianoforte sfrattato. I commercianti del Mercato Muricello: «Venite a suonarlo da noi»

mercato muricelloLa decisione della Giunta De Luca di spostare il pianoforte pubblico dalla Galleria Vittorio Emanuele sta davvero facendo discutere tutta Messina. Oggi a parlare sono i commercianti del Mercato Coperto Muricello, luogo dove il pianoforte verrà trasferito a breve.

«Una scelta che ha sortito anche in noi non poca meraviglia –  scrivono i commercianti sui social – specie alla luce del fatto che sia stata dettata dalla segnalazione di alcuni cittadini che si sono detti molto infastiditi dal chiasso provocato dall’uso dello stesso pianoforte. Non possiamo non condividere lo stupore di quanti invece ritenevano che lo strumento fosse un elemento di arricchimento per quel luogo già bellissimo che è la Galleria».

Anche i commercianti, quindi, si schierano dalla parte di chi vede il pianoforte pubblico un valore aggiunto e non come uno strumento di disturbo ma tengono a precisare che nessuna domanda di “adozione” dello strumento musicale è mai stata presentata.

«Certamente siamo contenti di poter ospitare uno strumento musicale all’interno del Mercato, perché anche questo rientra in quel percorso di riqualificazione urbana intrapreso da tempo. Ma ci teniamo a precisare che non abbiamo mai fatto richiesta di un pianoforte né tanto meno di un trasferimento di quello della Galleria. E ci dispiace soprattutto che i cittadini possano pensarlo, perché la nostra filosofia è la riqualificazione urbana e culturale di tutta la città, in un contesto di crescita comune. Quanto sarebbe bello se ci fossero un pianoforte, un violino, una chitarra in ogni angolo, in ogni quartiere!».

A breve, quindi, tutti gli amanti della musica potranno cimentarsi a suonare il pianoforte pubblico tra le mura del Mercato Muricello, senza il timore di disturbare nessuno ma semplicemente circondati da chi ha voglia di condividere un momento con i propri concittadini.

«Accoglieremo il pianoforte con estremo piacere e ce ne prenderemo cura affinché non venga più vandalizzato. Siamo certi che anche al Muricello verrà suonato e sarà motivo di bellezza e di ispirazione per tutti coloro che avranno il piacere di entrare al Mercato. Anzi facciamo un appello a tutti: entrate al Muricello e suonate, vivete e godete dell’atmosfera del Mercato».

Adesso non rimane che lo sfratto stabilito dalla Giunta De Luca diventi effettivo ed attendere il trasferimento dalla Galleria Vittorio Emanuele al Mercato Coperto Muricello.

(736)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *