Multe più salate per chi viola le regole a Messina: ecco a quanto ammontano

Foto di Cateno De Luca e della sua Giunta comunaleDa oggi le multe per chi viola regolamenti e ordinanze comunali a Messina saranno più salate. A stabilirlo è una delibera della Giunta capitanata dal sindaco Cateno De Luca e finalizzata a «inasprire gli importi delle sanzioni amministrative» per garantire il decoro urbano e il rispetto delle norme.

Era stato annunciato già nel corso dell’ultima Seduta di Giunta dedicata principalmente alla rimodulazione della macchina amministrativa. La decisione, come si legge nella delibera stessa, è motivata dal «perseverare nelle violazioni alle norme regolamentari in materia di igiene, decoro, sicurezza della città» e dal fatto che «gli interventi repressivi condotti dalla Polizia Municipale risultano vanificati da sanzioni pecuniarie irrisorie per le fattispecie in questione».

In poche parole, le multe previste finora, secondo la Giunta guidata da Cateno De Luca non sarebbero state abbastanza alte da rappresentare un deterrente per chi volesse violare determinate disposizioni. Da qui la necessità di inasprire le sanzioni per le violazioni delle norme riguardanti, in particolare, il decoro, la pulizia e l’inquinamento acustico nella città dello Stretto.

Ma vediamo, nel dettaglio, a quanto ammonteranno le nuove multe, comprese tra un minimo di 300 e un massimo di 490 euro. Premesso che, secondo il testo unico degli enti locali le sanzioni per pecuniarie per chi viola ordinanze e regolamenti comunali devono essere comprese tra un minimo di 25 euro e un massimo di 500 euro, ecco gli importi decisi dalla Giunta De Luca:

  • Per le aziende intestatarie del materiale pubblicitario distribuito in violazione della normativa, la sanzione amministrativa pecuniaria, con pagamento in misura ridotta, sarà pari a 400 euro;
  • Per coloro che distribuiscono volantini, depliant, manifesti o altro materiale pubblicitario in violazione dell’apposita ordinanza, la sanzione amministrativa pecuniaria, con pagamento in misura ridotta, sarà pari a 150 euro;
  • Per coloro che imbrattano o deturpano monumenti, muri esterni, fabbricati e beni pubblici e privati con scritte, disegni e in qualsiasi altri modo, la sanzione amministrativa pecuniaria, con pagamento in misura ridotta, sarà pari a 450 euro;
  • Per coloro portano in giro i propri cani nelle vie o in altro luogo aperto al pubblico senza portare con sé dispositivo (solitamente una busta apposita) per la rimozione delle deiezioni solide (gli escrementi) dei propri animali, la sanzione amministrativa pecuniaria, con pagamento in misura ridotta, sarà pari a 300 euro;
  • Per chi non rimuove le deiezioni solide dei propri animali nelle vie o in altro luogo aperto al pubblico, la sanzione amministrativa pecuniaria, con pagamento in misura ridotta, sarà pari a 450 euro;
  • Per chi porta a passeggio il proprio cane in spazi pubblici o in altri luoghi aperti al pubblico senza guinzaglio o museruola, o all’interno di locali e mezzi pubblici senza guinzaglio e museruola, la sanzione amministrativa pecuniaria, con pagamento in misura ridotta, sarà pari a 490 euro;
  • Per chi viola l’ordinanza in materia di conferimento dei rifiuti solidi urbani la sanzione amministrativa pecuniaria, con pagamento in misura ridotta, sarà pari a 450 euro;
  • Per chi fa uso di petardi, botti e fuochi d’artificio sul territorio comunale, in violazione a quanto previsto dalla normativa, la sanzione amministrativa pecuniaria, con pagamento in misura ridotta, sarà pari a 450 euro;
  • Per chi viola gli orari delle emissioni sonore sia all’interno che all’esterno degli esercizi pubblici, la sanzione amministrativa pecuniaria, con pagamento in misura ridotta, sarà pari a 450 euro;
  • Per la violazione dell’ordinanza sindacale rivolta agli amministratori di condominio che operano sul territorio comunale di Messina e relativa all’accoglimento dei contenitori per la raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta, in uso esclusivo dell’utenza condominiale ed in uso gratuito, la sanzione amministrativa pecuniaria, con pagamento in misura ridotta, sarà pari a 400 euro;
  • Per la violazione dell’ordinanza sindacale relativa alle disposizioni sull’accoglimento dei contenitori per la raccolta differenziata porta a porta e al corretto conferimento dei rifiuti differenziati, la sanzione amministrativa pecuniaria, con pagamento in misura ridotta, sarà pari a 450 euro;
  • Per la violazione degli orari delle emissioni sonore per i locali autorizzati ad organizzare serate musicali e danzanti, la sanzione amministrativa pecuniaria, con pagamento in misura ridotta, sarà pari a 450 euro;
  • Per la violazione relativa al divieto di commercio su aree pubbliche in forma itinerante lungo la litoranea messinese per la stagione estiva, nel periodo dal 21 giugno al 21 settembre di ogni anno, la sanzione amministrativa pecuniaria, con pagamento in misura ridotta, sarà pari a 450 euro.

(3272)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *