Messina ricorda Paolo Borsellino: oggi il 27° anniversario della strage di Via D’Amelio

«Se la gioventù le negherà il consenso anche l’onnipotente e misteriosa mafia svanirà come un’incubo». Sono queste le parole scritte sotto la foto di Paolo Borsellino, nel giardino antistante l’ingresso dell’Università degli Studi di Messina. Proprio lì questa mattina il Comitato XIX Luglio, insieme a numerose associazioni locali, ha organizzato un momento commemorativo, per ricordare il giudice e la sua scorta, morti esattamente 27 anni fa, nella strage di via D’Amelio.

Intorno a quella foto si sono ritrovate anche diverse autorità civili ed accademiche, tra cui il Sindaco di Messina Cateno De Luca, il Magnifico Rettore Salvatore Cuzzocrea, il Prefetto di Messina Maria Carmela Librizzi e il Presidente della Corte d’Appello di Messina Michele Galluccio e ed il presidente dell’Ordine degli avvocati di Messina Domenico Santoro.

«Noi giovani – ha raccontato Paolo Cicciari, consigliere del dipartimento di Giurisprudenza – abbiamo il dovere di sensibilizzare i nostri coetanei e i ragazzi più giovani su un argomento così importante. Paolo Borsellino ha dato la vita in nome della legalità e la giustizia: principi cardini della nostra Nazione. Solo illuminando le future generazioni possiamo assicurarci che nessuno si trovi solo come Paolo Borsellino, nella lotta per degli ideali così nobili».

Per non dimenticare il sacrificio di Paolo Borsellino e della sua scorta, è stata posta una composizione di fiori ai piedi dell’albero d’ulivo (l’alberò della Legalità), piantato nel giardino del rettorato e donato dall’associazione studentesca Atreju lo scorso 27 luglio del 2015.

«Desidero sottolineare – ha dichiarato il Sindaco De Luca – un aspetto che va sicuramente chiarito e che non riguarda solo Paolo Borsellino e Giovanni Falcone, ma anche tanti altri eroi che hanno sacrificato se stessi per la missione che svolgevano, e che si sono sentiti soli nell’interno delle proprie istituzioni. Questo è un elemento delicato e importante che delegittima chi vuole veramente arrivare fino in fondo, mettendo a rischio la propria vita oltre che i propri familiari ma che, nonostante tutto, va avanti fino alla fine. È un valore fondamentale per un uomo delle Istituzioni che imbocca una strada sapendo che potrebbe non esserci ritorno».

La giornata commemorativa è continuata alle ore 12:00 con il ricevimento del Procuratore Capo della Repubblica Maurizo De Lucia presso il Tribunale di Messina dove Il Comitato XIX Luglio ha donato simbolicamente all’Ufficio una fiaccola con l’augurio e la speranza che possa illuminare il lavoro in corso.

Nel pomeriggio, alle ore 16:30, l’appuntamento in viale Boccetta per proseguire in auto a Palermo dove il Comitato parteciperà alla Fiaccolata organizzata, come ogni anno, da “Forum 19 Luglio” e “Comunità ‘92” a cui parteciperà anche il Presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci.

 

(203)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *